Differenze tra le versioni di "Idroterapia"

nessun oggetto della modifica
Nella cultura dell'antica Grecia prima ed ellenica poi, ritroviamo resti archeologici di case e bagni e numerosi riferimenti alle virtù curative dell'acqua (Pindaro 518-446 a.C. "L'acqua è ciò che di meglio esiste").
 
[[Pitagora]] (530 a.C.) raccomandava ai propri discepoli la pratica dei bagni freddi e la [[dieta vegetariana]] (insieme ad alcune piante medicinali e dellaalla ginnastica).
 
[[Ippocrate di Coo]] (460-377 a.C.) fece largo uso dell'idroterapia sottolineando l'importanza della pelle come organo disintossicante dell'organismo, ma nello stesso tempo mise in guardia di come l'uso di applicazioni sia calde, sia fredde possa danneggiare la salute se non praticate correttamente (considerando tra l'altro lo stato di sensibilità e la capacità di reazione del paziente).
La prima ripresa dell'idroterapia si ha con [[John Floyer]] (1649-1714 Inghilterra), [[Vincente Perez]] (Spagna), [[Friedrich Hoffmann]] (1660-1742 Germania), Von Hildebrandt (Vienna), R. Russell (Inghilterra) e [[Christoph Wilhelm Hufeland]] (1762-1836 Germania) con gli studi sulla [[talassoterapia]].
 
Lo sviluppo dell'idroterapia moderna si può far risalire a [[Sigmund Hahn]] (1664-1742) e [[Johann S. Hahn]] (1696-1773), detti i "medici rubinetto" (Hahn = rubinetto in tedesco), poiché curavano anche il [[Febbre tifoide|tifo]] con l'acqua fredda, attraverso bagni e spugnature (oltre che con l'alimentazione e il digiuno), e a [[Theodor Hahn]] (che, prescrivevacome anchePitagora, vi abbinava la dieta vegetariana), ma soprattutto alle osservazioni e applicazioni dell'utilizzo curativo dell'acqua fredda di [[Vincent Priessnitz]] e di [[Sebastian Kneipp]] che con l'acqua (in particolare quella fredda) curarono migliaia di pazienti.
 
Si deve infine al medico viennese [[Wilhelm Winternitz]] (1835 – 1917 allievo del dottor Schindler, che aveva continuato l'opera di Priessnitz) l'inserimento dell'idroterapia nei programmi di insegnamento ufficiali della facoltà di Medicina di [[Vienna]] e poi in [[Europa]].
30 967

contributi