Differenze tra le versioni di "Automotrice FCE RALn 64"

nessun oggetto della modifica
(Wikipedia python library v.2)
|Nome= FCE RALn 64
|Immagine= RALn 6402 in sosta a Nesima.JPG
|Didascalia= RALn 64.02 in sosta a Nesima.
}}
{{Box treno/Dati costruzione
 
==Storia==
La chiusura, nel [[1971]], delle linee FS [[Ferrovia Dittaino-Piazza Armerina-Caltagirone|Dittaino–Piazza Armerina]] e [[Ferrovia Castelvetrano-Porto Empedocle|Porto Empedocle–Ribera]] aveva prodotto un esubero di automotrici che vennero accantonate inattive nel piazzale della [[stazione di Dittaino]] in mezzo a montagne di ferraglia, carri e vecchie locomotive, esposte alle intemperie. Sei di esse, a metà degli [[Anni 1970|anni settanta]], vennero acquistate dalla [[Ferrovia Circumetnea]]: si trattava di 65 RALn 60, bimotori, le RALn 60.02, 04, 05, 07, 14 del [[deposito locomotive di Piazza Armerina]], e una monomotore, la RALn 60.18 del [[deposito locomotive di Castelvetrano]]<ref>{{Cita|Molino|p.20}}</ref>.
All'inizio vennero utilizzate così com'erano; nel [[1977]] in seguito ad un incidente che danneggiò seriamente la RALn 60.02 venne deciso di eseguirne la ricostruzione completa modificandone la cassa per renderla più confortevole e la motorizzazione per aumentarne l'efficienza<ref>{{Cita|Sergi|p.26}}</ref>. Il progetto venne poi esteso a tutta la serie di automotrici ex-FS<ref>{{Cita|Molino|p.20}}</ref>.
 
Il 15 maggio [[1981]] si svolse la corsa prova della prima unità, trasformata da RALn 60.02 in RALn 64.01 FCE, che in corsa prova e a pieno carico raggiunse agevolmente la velocità di 90 km/orari (superando le normali velocità ammesse di linea)<ref>{{Cita|Sergi|p.26}}</ref>.
 
Le RALn 64 continuano a svolgere il loro servizio ancora oggi (2013). La Circumetnea ha immatricolato le ex RALn.60 in RALn.64.01–06. La RALn.64.01 è stata da tempo accantonata nel deposito di [[Catania]] Borgo. Ed attualmente è accantonata in un binario morto, sempre nella stazione di [[Catania]] Borgo, insieme ad altri rotabili. La causa dell'accantonamento è stata un grave incidente che la danneggiò in maniera notevole. Ancora oggi non si sa se verrà ripristinata per il normale servizio viaggiatori, o se lasciata in accantonamento.
==Caratteristiche==
[[File:RALn 6401 accantonata nella stazione di Catania Borgo.JPG|thumb|left|RALn 640164.01 accantonata nella stazione di Catania Borgo]]
Anziché commissionare il lavoro a ditte esterne vennero utilizzate le proprie officine di Catania-Borgo e le maestranze specializzate; il progetto, molto impegnativo, prevedeva, il taglio delle vecchie e anguste cabine di guida e il montaggio delle più spaziose cabine di guida unificate a due vetrate curve con porta di accesso alle cabine di guida creata ex novo, l'installazione di porte pneumatiche a due battenti per l'accesso dei viaggiatori al posto di quelle tradizionali a cerniera, l'impianto di illuminazione [[fluorescente]] al posto di quello vecchio ad [[Lampada ad incandescenza|incandescenza]] e la sostituzione di tutto l'arredamento interno con quello unificato FCE con i posti a panchetta biposto. Sul nuovo frontale vennero montati 4 fanali di nuovo tipo e il faro centrale in alto oltre ai nuovi accoppiatori elettrici per il comando multiplo<ref>{{Cita|Sergi|p.26}}</ref>.
 
Utente anonimo