Differenze tra le versioni di "Nicergolina"

m
→‎Farmacodinamica: ippocampo (anatomia)
m (→‎Farmacodinamica: ippocampo (anatomia))
Studi sperimentali condotti sul [[ratto]] che prevedevano la somministrazione sottocutanea di una dose singola di 20 mg/kg peso corporeo della molecola, hanno permesso di osservare, basandosi sui livelli dei metaboliti cerebrali delle monoamine (l'acido omovanillico e l'acido diidrossifenilacetico per la [[dopamina]] e l'acido 5-idrossiindolacetico per la [[serotonina]]), un aumento del turnover della [[noradrenalina]] cerebrale.
Un altro studio ha mostrato che dopo trattamento cronico con dosi di 5 mg/kg di nicergolina o del suo metabolita MMDL (metil-10-metossidiidrolisergolo), il turnover della dopamina aumentava particolarmente nell'area mesolimbica. Sono stati suggeriti potenziali effetti benefici del farmaco sulla funzionalità del [[sistema nervoso centrale]] (SNC) dopo danno ischemico.<ref name="pmid2906797">{{Cita pubblicazione | cognome = Moretti | nome = A. | coautori = N. Carfagna; C. Caccia; M. Carpentieri | titolo = Effect of ergolines on neurotransmitter systems in the rat brain. | rivista = Arch Int Pharmacodyn Ther | volume = 294 | numero = | pagine = 33-45 | mese = | anno = | doi = | id = PMID 2906797 }}</ref><ref name="pmid6706123">{{Cita pubblicazione | cognome = Le Poncin-Lafitte | nome = M. | coautori = C. Grosdemouge; D. Duterte; JR. Rapin | titolo = Simultaneous study of haemodynamic, metabolic and behavioural sequelae in a model of cerebral ischaemia in aged rats: effects of nicergoline. | rivista = Gerontology | volume = 30 | numero = 2 | pagine = 109-19 | mese = | anno = 1984 | doi = | id = PMID 6706123 }}</ref><br>
Nel [[topo]] con ischemia cerebrale e ipossia cerebrale la nicergolina prolunga la sopravvivenza dell'animale, accelera la guarigione dei sintomi neurologici e diminuisce il flat time dell'[[elettroencefalogramma]] (EEG).<ref name="pmid9441726">{{Cita pubblicazione | cognome = Blasco | nome = G. | coautori = U. Traversa; F. Drago | titolo = Effects of nicergoline on rabbit electroretinogram during recovery after ischaemia in light and dark. | rivista = Pharmacol Res | volume = 36 | numero = 5 | pagine = 363-8 | mese = Nov | anno = 1997 | doi = 10.1006/phrs.1997.0240 | id = PMID 9441726 }}</ref> La nicergolina inoltre migliora la memoria e favorisce la guarigione dei disturbi dell'apprendimento, in ratti anziani con infarto cerebrale. Altri studi sull'animale hanno dimostrato che il farmaco sopprime, in modo dose-dipendente, l'[[amnesia]] indotta da [[scopolamina]] e ritarda la morte [[neurone|neuronale]] delle cellule piramidali dell'[[ippocampo (anatomia)|ippocampo]] (CA1).<br>
La nicergolina inibisce i [[canali del calcio]] di tipo T e di [[Canale del calcio di tipo L|tipo L]].<ref name="pmid2169937">{{Cita pubblicazione | cognome = Takahashi | nome = K. | coautori = N. Akaike | titolo = Nicergoline inhibits T-type Ca2+ channels in rat isolated hippocampal CA1 pyramidal neurones. | rivista = Br J Pharmacol | volume = 100 | numero = 4 | pagine = 705-10 | mese = Ago | anno = 1990 | doi = | id = PMID 2169937 }}</ref> L'effetto di blocco α1-adrenergico comporta ovviamente effetti vasodilatatori: nel [[gatto]] la somministrazione del farmaco ha causato un aumento rilevante del flusso nell'[[arteria mascellare]] interna in modo dose-dipendente.<br>
Il farmaco icrementa la protezione dei neuroni contro gli stress di tipo ossidativo.<ref name="pmid9714462">{{Cita pubblicazione | cognome = Iwata | nome = E. | coautori = I. Miyazaki; M. Asanuma; A. Iida; N. Ogawa | titolo = Protective effects of nicergoline against hydrogen peroxide toxicity in rat neuronal cell line. | rivista = Neurosci Lett | volume = 251 | numero = 1 | pagine = 49-52 | mese = Lug | anno = 1998 | doi = | id = PMID 9714462 }}</ref>