Pietro Teulié: differenze tra le versioni

piccoli refusi
Nessun oggetto della modifica
(piccoli refusi)
Nel 1806 l'Imperatore elevò Pietro Teulié alla dignità di Commendatore del neo-costituito ordine della Corona di Ferro.
 
Dopo essere rimasto per qualche tempo nel campo di Boulogne, dall'inizio del 1807 operò in Pomerania. Partendo da Berlino, sempre al comando della Divisione Italica, sconfisse i Prussiani a Stargard e Neugarten (Pietro Teulié venne nominato Governatore Militare della Prussia). Il 24 febbraio 1807 forzò il fiume Persante e il giorno dopo iniziò l'investimento di Kolberg. Napoleone fece sentire il suo apprezzamento citando gli italianaiItaliani nel 63° e 68° bollettino di guerra. Berthier scrisse: "Gli Italiani sono appena arrivati e già si distinguono (...) Teulié coi suoi va a passo raddoppiato, egli ha completamente battuto il presidio di Kolberg costringendolo a chiudersi nella Piazza.".
Pose infine l'assedio a Kolberg il 14 marzo 1807; il 25 marzo il generale francese Loison, tornato dalla sua malattia, riprese il comando, ma pregò Teulié di continuare a dirigere le operazioni riservandosi la prerogativa di avallare le decisioni dell'esercito italiano.
Napoleone, da grande stratega, non amava gli assedi e preferiva la battaglia in campo aperto, tuttavia apprezzò l'operato di Teulié.
Utente anonimo