Libertà Frisona: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  7 anni fa
Correggo inesattezza
(Nuova pagina: {{Stato storico |nomeCorrente = Libertà Frisona |nomeCompleto = |nomeUfficiale = ''Fryske frijheid'' |portale = |linkStemma = |linkBandiera = |linkLocalizzazione...)
 
(Correggo inesattezza)
|classi sociali =
}}
La '''Libertà Frisona''' (in [[lingua frisone]] ''Fryske frijheid'') è stata una dipendenza autogovernata del medievale [[Sacro Romano Impero]], esistita tra il IX secolo e il 14921498. Durante il periodo della Libertà Frisona l'area non ebbe un signore regnante che possedeva e amministrava le terre. La Libertà Frisona, che durante la sua massima estensione copriva tutta la regione storica della [[Frisia]], si sviluppò nel vuoto amministrativo causato dalle dispute sui diritti rivendicati dai vari signori locali.
 
La Libertà Frisona era suddivisa in ''seelânnen'', territori autonomamente amministrati che rispondevano alla sola autorità dell'[[Imperatori del Sacro Romano Impero|Imperatore del Sacro Romano Impero]]. I territori, nonostante l'autonomia, seguivano comunque una politica e un sistema giuridico comune. I delegati dei ''seelânnen'' si incontravano in occasione della [[Pentecoste]] a [[Opstalboom]] presso [[Aurich]], al motto ''Eala Frya Fresena'' (in piedi, frisoni liberi) per armonizzare le regole e le leggi su tutto il territorio della Frisia. Più tardi gli incontri si tennero anche a [[Groninga]].
68 610

contributi