Differenze tra le versioni di "Default dei sistemi pensionistici pubblici"

nessun oggetto della modifica
Il '''default dei sistemi pensionistici pubblici'''<ref>{{Cita web|url=http://www.libertiamo.it/2011/10/31/il-default-latente-nelle-riforme-pensionistiche-lascia-gli-italiani-cornuti-e-contenti/|titolo=Il default latente nelle riforme pensionistiche lascia gli italiani ‘cornuti e contenti’|citazione=Tuttavia a modo suo l'Italia ha già fatto default. La riforma delle pensioni con l’innalzamento a 67 anni della soglia di età per le pensioni di vecchiaia nella pratica non è altro se non l’ennesima ristrutturazione del nostro debito pensionistico.}}</ref> o '''default previdenziale''' si verifica al momento in cui lo Stato, non è in grado di onorare la sua garanzia finanziaria sulle [[prestazioni previdenziali]] promesse ([[maturato previdenziale]] o [[aspettative pensinistichepensionistiche]]) da parte di [[sistema pensionistico pubblico|sistemi pensionistici pubblici]].
 
Ciò avviene quando gli [[enti previdenziali]] sono gestiti secondo il [[sistema pensionistico senza patrimonio di previdenza]] e non è più garantita la [[sostenibilità fiscale dei sistemi pensionistici pubblici]] per cui il [[debito pensionistico latente]] ha raggiunto dei valori per cui non si riesce più ad onorarlo oppure per gli [[enti previdenziali]] gestiti secondo il [[modello previdenziale corporativo fascista]], quando non rispettano più il [[limite di sostenibilità]].
7 473

contributi