Differenze tra le versioni di "Emorragia"

407 byte aggiunti ,  5 anni fa
Nelle emorragie massive di tipo traumatico è necessario intervenire al più presto con il tamponamento della ferita o dell'arto [[amputazione|amputato]]. Si interviene aggiungendo garze sterili (se possibile) o un qualunque altro oggetto, come stoffe o bende, più pulite possibili. Si deve aggiungere una garza o benda l'una sopra all'altra, facendo sempre una certa pressione.
 
Non togliere mai le garze ormai zuppe del sangue che fuoriesce, questo perché una manovra di riscoprire la ferita o l'amputazione per la sostituzione del bendaggio zuppo, stimolerebbe ancora di più la fuoriuscita del sangue a causa della pressione che noi stessi esercitavamo e che all'improvviso viene a mancare. Inoltre la coagulazione del sangue sarebbe resa difficile dall'asportazione delle garze, che con la loro sostituzione "strappano" le poche piastrine che stavano tentando di riparare la ferita. Un eventuale azione sui [[punto di compressione|punti di compressione]] a monte del punto dove si è verificata la rottura dei vasi arteriosi è consigliata ma solo se chi effettua questa manovra sa come agire. <span data-ve-clipboard-key="0.18241348986418743-0"> </span>
 
Va ricordato infatti che un arto costretto da un laccio emostatico arterioso (LEA) o da un qualunque oggetto che vada a chiudere vene o arterie, è un arto a cui viene a mancare sangue dal punto in cui abbiamo chiuso la vena o l'arteria, in giù. In questa situazione si deve sciogliere il laccio che blocca la circolazione ogni 5 minuti circa, affinché non si creino danni ai tessuti muscolari, epiteliali ecc. Una ferita all'arteria femorale, per fare un esempio, provoca la morte della persona nel giro di alcuni minuti. <span data-ve-clipboard-key="0.18241348986418743-1"> </span>È importante, nel caso estremo dell'applicazione di un laccio, segnare sulla fronte o sul colletto o, ancora, sull'arto interessato l'ora di applicazione del laccio. Questa informazione è molto importante per il medico che dovrà occuparsi della rimozione del LEA.
 
È necessario ricordare che tra le complicazioni derivanti da una ferita, oltre all'emorragia in sé, vi è il rischio di [[shock]] [[shock#Tipi di shock|ipovolemico]] se la perdita di sangue è imponente caratterizzato da questi segnali:
15

contributi