Differenze tra le versioni di "Biblioteca (Pseudo-Apollodoro)"

===Nascita e fatiche di Eracle===
[[File:Ambito incerto, eracle che incanta cerbero, xvi sec.JPG|thumb|upright=1.4|Eracle che cattura Cerbero]]
Eracle era figlio di [[Anfitrione (mitologia)|Anfitrione]] e [[Alcmena]], entrambi provenienti dalla [[Tessaglia]]. Quando l'uomo si recò a combattere una tribù nemica, il dio [[Zeus]], invaghitosi da tempo della bellezza di Alcmena, ordinò ad [[Ermes]] e ad [[Elio (mitologia)|Elio]] il Sole di aiutarlo nell'impresa di congiungersi finalmente con lei. Ermes ebbe il compito di tenere bloccato lo sciocco servitore di famiglia Sosia prendendo le sue stesse sembianze, mentre Elio bloccò l'[[Aurora (mitologia)|Aurora]] affinché sulla Terra vi fosse buio per tre giorni e tre notti. Zeus concludendo la messa in scena prese gli aspetti del marito Anfitrione tornato dalla battaglia vittorioso, tanto che mentre faceva l'amore con Alcmena le raccontava gli eventi più violenti e gloriosi della sua guerra. Quando il vero Anfitrione tornò in casa subito si accorse dell'equivoco e dello scambio di persona, visto che Alcmena si rifiutava di congiungersi con lui e di sentire le sorti della battaglia, avendole ascoltate mentre copulava con Zeus varie volte. Così sotto questo tetro clima nacque Eracle, appena in tempo da far discendere nuovamente Zeus sulla Terra per dichiarare il suo atto alla famiglia. Già infante, Eracle strozzò due serpenti mandatili contro da GiunoneEra più che infuriata per il tradimento di GioveZeus. In seguito da giovane uccise il [[Leone nemeo]] il quale era nutrito dalla dea Luna in un antro buio e ostile. Con la sua pelle ci si fece un mantello che usò sempre. Di seguito decapitò l'[[Idra di Lerna]] la quale aveva [[Policefalia|nove teste]], con l'aiuto di Tifone. L'Idra era immortale perché ogni volta che le si tagliava una testa, al suo posto ne rispuntavano due. Eracle con un tizzone tagliava le teste e bruciava le ferite per impedire la nuova ricrescita e infine recise il capo centrale, facendo stramazzare il mostro. Terzo, Eracle doveva catturare viva la [[Cerva di Cerinea]], animale dalle corna d'oro e zoccoli di bronzo, sacro alla dea DianaArtemide. Per questo, dato che non poteva ucciderla, Eracle la inseguì soltanto, ma il giro durò un anno e infine, feritala con una freccia, l'eroe la portò in [[Frigia]] da [[Euristeo]], padrone dell'eroe.<br />In seguito egli uccise il [[Cinghiale di Erimanto]]. Poi sterminò gli [[Uccelli del lago Stinfalo]] dell'isola di Marte i quali erano coperti da penne di bronzo e ferro. Eracle li uccise con molte frecce. Successivamente ripulì in un solo giorno le sozze [[stalle di Augia]], che non venivano mai controllate e curate da nessuno, nemmeno dal re. Eracle compì la fatica deviando con l'aiuto di GioveZeus due fiumi, facendo sgorgare l'acqua sulle stalle.<br />Poi Eracle catturò e portò da Euristeo il [[Toro di Creta]], quello con cui si accoppiò la regina [[Pasifae]],generando il terribile [[Minotauro]]. Ottava fatica: catturare le [[Cavalle di Diomede]]; Eracle giunse sul posto con [[Abdero]]; mentre cenava dal guardiano le quattro cavalle carnivore, lasciate in custodia al ragazzo, lo sbranarono e fuggirono. Eracle, inseguito da Diomede che aveva capito l'inganno, ritrovò le cavalle e fece divorare Diomede. I cavalli si chiamavano Xanto, Podargo, Lampone e Dino. In seguito Eracle rubò la cintura magica ad [[Ippolita]], regina delle [[Amazzoni]], figlia di MarteAres e Otrera, che infine fu catturata e data in sposa a [[Teseo]]. Decima impresa: catturare il mostro [[Gerione]], figlio di Crisauro, il quale aveva tre corpi, sei braccia, sei gambe e [[Tricefalia|tre teste]]. In seguito Eracle giunse nel [[Giardino delle Esperidi]] dove incontrò il gigante [[Atlante (mitologia)|Atlante]] che reggeva la Volta Celeste, Dato che doveva raccogliere le famose mele dorate, proibite per i mortali, Eracle prese il cielo e ci fece andare il gigante e poi con l'inganno si riprese le mele, rifacendo crollare su Atlante il doloroso supplizio. Per ultimo l'eroe scese nell'[[Inferno]] e catturò il cane a [[Tricefalia|tre teste]] [[Cerbero]], figlio del mostruoso [[Tifone (mitologia)|Tifone]]e lo portò sulla Terra da Euristeo.
 
===Le imprese di Perseo===
Utente anonimo