Sean Parker: differenze tra le versioni

m
nessun oggetto della modifica
m (Fix link)
mNessun oggetto della modifica
Nel novembre del 2002 Parker lanciò consecutivamente [[Plaxo]], una raccolta online di indirizzi e servizi di [[social network]] che integrava [[Microsoft Outlook]]<ref name="WIRED_111202">{{Cita news | titolo = Napster Co-Founder's New Venture | autore = Jardin, Xeni | data=12 novembre 2002 | editore = ''[[Wired (magazine)|Wired]]'' | url=http://www.wired.com/science/discoveries/news/2002/11/56322 | accesso=18 maggio 2009 }}</ref>. Lasciò Plaxo per ragioni sconosciute legate a dispute con i suoi due [[azionista|azionisti]], [[Sequoia Capital]] e [[Ram Shriram]]<ref name="VENTURE_121206" />.
 
Nel 2004 Parker cominciò a consigliare informalmente i creatori di [[Facebook]] e diventò suo presidente ricevendo il 7% delle azioni di Facebook, quando la società venne costituita lo stesso anno<ref name="NYT_260505">{{Cita news | autore = Rosen, Ellen | titolo = Student's Start-Up Draws Attention and $13 Million | url = http://www.nytimes.com/2005/05/26/business/26sbiz.html?_r=2&scp=1&sq=thefacebook+parker&st=nyt | editore = ''[[The New York Times]]'' | data=26 maggio 2005 | accesso=18 maggio 2009 }}</ref>. Venne obbligato a lasciare Facebook dopo essere stato arrestato per possesso di [[cocaina]]<ref name="VanityFair201010">{{Cita news | autore = Kirkpatrick, David | titolo = With a Little Help From His Friends | url = http://www.vanityfair.com/culture/features/2010/10/sean-parker-201010?currentPage=all | editore = ''[[Vanity Fair (magazinerivista statunitense)|Vanity Fair]]'' | accesso=6 settembre 2010 | data=6 settembre 2010 }}</ref>.
 
Nel 2006, Parker si è iscritto al [[The Founders Fund|Founders Fund]], un fondo di capitale di rischio con sede a [[San Francisco]], come Socio Dirigente<ref name="WSJ_041609" /><ref name="VENTURE_121206" />.
62 177

contributi