Fabbricanti di angeli di Nagyrév: differenze tra le versioni

m
nessun oggetto della modifica
mNessun oggetto della modifica
}}
 
== LeaLe Creatrici di Angeli di Nagyrév ==
=== Gli inizi ===
Julia Fazekas era una [[levatrice]], [[infermiera]], [[ostetrica]] ed [[abortista]] (all'epoca l'aborto era illegale ma, in mancanza di [[contraccezione| metodi contraccettivi]] efficaci, largamente praticato) che giunse nel modesto villaggio di [[Nagyrév]], in [[Ungheria]], nel 1911; il villaggio si trova a circa 100 km a sud-est di [[Budapest]] e contava poco meno di 900 abitanti.
L'arma usata per ogni omicidio era l'[[arsenico]]; lo ottenevano immergendo alcuni fogli di [[carta moschicida]] nell'acqua e facendola bollire: in questo modo estraevano il veleno, che si separava dalla carta; quest'idea fu trovata dalla Fazekas. Susi Olàh si occupava di venderlo porta a porta; lo soprannominava “la Polvere dell'Eredità di Zia Susi”.
 
Il cugino della Fazekas, un addetto delle pompe funebri, si occupava di falsificare e archiviare i certificati di morte; attribuiva le morti amalattiea malattie varie e non ad avvelenamento. Questo fattore allontanò per qualche tempo i sospetti delle autorità dalle "Fabbricanti di angeli".
 
Inizialmente, le donne coinvolte uccisero i mariti; qualche tempo dopo cominciarono a morire anche i loro figli, genitori, parenti e vicini, che ritenevano “scomodi”.
39

contributi