Apri il menu principale

Modifiche

m
WPCleaner v1.34 - Disambigua corretti 2 collegamenti - NUE, Sacco di Roma
==Vita==
Francesco Berni nacque a [[Lamporecchio]] val di Nievole, un paese in [[provincia di Pistoia]], nel [[1496]] o nel [[1497]]. Si formò a [[Firenze]], ma nel [[1517]] si trasferì nella [[Roma]] papale presso la famiglia del potente cardinal [[Bibbiena]], suo lontano parente, entrando in contatto con l'umanesimo romano. I suoi primi componimenti si rifanno alla tradizione fiorentina quattrocentesca, riprendendo in particolar modo il linguaggio dell'equivoco dei [[canti carnascialeschi]].
Dopo un breve allontanamento negli Abruzzi, fece ritorno a [[Roma]], dove passò al servizio di [[Giovan Matteo Giberti]], datario pontificio e futuro vescovo di Verona, dove il poeta lo seguirà dopo il drammatico [[sacco di Roma (1527)|sacco di Roma]]. Nel [[1532]] Berni decise poi di passare al servizio del cardinale [[Ippolito de' Medici]]; approfittando di un viaggio di quest'ultimo verso Nizza, il poeta approfittò per fermarsi a [[Firenze]], dove entrò in contatto con l'ambiente di [[Alessandro de' Medici (duca di Firenze)|Alessandro de' Medici]]. Nel [[1535]], a soli 38 anni, forse invischiato in un intrigo di corte, morì avvelenato.
 
== Opere ==
 
== Edizioni ==
* Francesco Berni, ''Rime. A cura di [[Giorgio Bàrberi-Squarotti]]'', Collana [[Nuova Universale Einaudi|NUE]] n.103, Einaudi, Torino, 1968.
* id., ''Rime. A cura di Danilo Romei. edizione integrale commentata'', Collana Testi, Mursia, Milano, 1985.
* id., ''Rime burlesche. A cura di Giorgio Bàrberi-Squarotti'', Collana I Classici, BUR, Milano, 1991, ISBN 978-88-17-16796-3.
170 213

contributi