Differenze tra le versioni di "Otobreda 76/62"

m
replaced: Olanda → Paesi Bassi using AWB
m (replaced: Olanda → Paesi Bassi using AWB)
|Elevazione=<nowiki>-</nowiki>15° / +85°<br />
|Velocità elevazione=35°/s (accelerazione di 72°/s²)<br />
|Raffreddamento=Acqua di mare <br />
|Utilizzatori=
|Note=La versione Super Rapido può essere equipaggiata con una copertura [[Tecnologia stealth|stealth]].<br />
}}
 
Il 76/62 è un [[cannone]] multiruolo progettato e prodotto dalla Società [[Italia|italianaitalia]]na [[OTO Melara]].
 
Il cannone è caratterizzato da una cadenza di tiro molto elevata, soprattutto nella versione Super Rapido (120 colpi al minuto), che lo rende particolarmente adatto per la [[contraerea|difesa anti-aerea]] e [[missile|anti-missile]] e per la [[Close-In Weapon System|difesa di punto]], anche se, visto il suo calibro, può essere usato anche in altri ruoli come il [[bombardamento navale]] e costiero. Il cannone è dotato di munizionamento convenzionale, che varia a seconda del tipo di impiego e la sua polivalenza di usi è data anche dalla gran quantità di tipi di munizionamento che vanno dall'[[proiettile incendiario|incendiario]] al [[proiettile perforante|perforante]], fino ai proiettili a [[proiettile a frammentazione|frammentazione]] con spoletta di prossimità. L'intero sistema è inoltre molto compatto ed è quindi installabile anche su navi di piccole dimensioni come le [[corvetta]] o le [[vedetta (nave)|vedette]] costiere, oltre ad essere completamente controllabile da remoto. Recentemente è stato aggiunto il nuovo munizionamento guidato [[DART e ART|DART]].
 
Questo cannone ha rappresentato un notevole successo commerciale, essendo stato adottato da 53 marine: l'ultimo importante successo è stato lo scalzare il cannone navale da 100 &nbsp;mm della marina francese nel progetto ''[[Classe Orizzonte (fregata)|Orizzonte]]''.
 
Nel sistema di controllo del fuoco del cannone nel corso degli anni c'è stata un'evoluzione. Le prime versioni erano dotate del radar RTN-10X Orion della [[Selenia]]. A partire della metà degli [[anni 1980|anni ottanta]] venne utilizzato il RTN-30X (SPG-73) nel sistema di [[CIWS|difesa di punto Dardo-E]] e poteva essere abbinato oltre che all'Otobreda Compatto e Super Rapido anche al cannone da [[Otobreda 127/54 Compatto|127/54]], al [[Breda Dardo]] e ai [[Missile antiaereo|missili]] [[Sea Sparrow]]/[[Selenia Aspide|Aspide]]. Il sistema Dardo-E fece il suo debutto nella Marina Militare sull'[[Incrociatore lanciamissili|incrociatore]] [[portaeromobili]] [[Giuseppe Garibaldi (551)|Garibaldi]], ma il radar RTN-30X era già stato imbarcato sulle [[Classe Maestrale (fregata)|Maestrale]], dove però alle due torrette binate del [[CIWS Dardo]] erano asserviti due radar RTN-20X, mentre le prime unità equipaggiate con sistema Dardo-E con il 76mm Super Rapido sono stati i due [[cacciatorpediniere lanciamissili]] [[Classe Audace (cacciatorpediniere 1971)|Audace]] dopo gli ammodernamenti e le prime unità ad essere equipaggiate sin dalla costruzione con il Dardo-E abbinato ai 76mm SR furono i due [[Cacciatorpediniere missilistico|cacciatorpediniere]] [[Classe Luigi Durand de la Penne|Classe Durand de la Penne]].
La tecnologia sviluppata dalla [[Oto Melara]] sarà montata per la prima volta sulle [[Fregata (nave)|fregate]] multimissione italiane del programma italo-francese [[FREMM]].
 
Il sistema Davide/Strales abbinato al sistema di controllo di tiro Dardo-F, che controlla sia il bersaglio che il [[proiettile]], è installabile anche sulle vecchie torrette con poche modifiche, mediante l'aggiornamento del firmware di controllo, l'aggiunta del [[radar]] di guida in [[Banda radio#Designazione IEEE|banda Ka]] e [[Tecnologia stealth|scudo stealth]]. La torretta mediante il radar produce quattro fasci in che vengono proiettati sul bersaglio e il proiettile viene [[Radiocomando#Usi militare e scientifico|radiocomandato]] nella sua direzione in modo tale che rimanga all'interno dei fasci. I proiettili DART sono un sottocalibro da 42 &nbsp;mm e grazie ad un adattatore raggiungono i 76 &nbsp;mm del calibro del cannone, ha delle alette canard che gli permettono di manovrare e la sezione di coda ha sei pinne fisse e il ricevitore radio.
 
All'inizio dell'estate del [[2008]] NAVARM ha richiesto l'aggiornamento di un cannone al sistema Davide/Strales proveniente da un pattugliatore [[Classe Comandanti|classe Cigala Fulgosi]]. Le prove sono state effettuate con successo presso il [[Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze|Poligono Interforze di Salto di Quirra]] nel marzo [[2009]] e hanno visto lo sparo contro bersagli a 8 [[Chilometro|km]] di due proiettili singoli e di una raffica da tre proiettili, che è quella attualmente nell'impiego antimissile. Il sistema venga dopo essere stato testato sul [[pattugliatore]] [[Comandante Foscari (P 493)|Comandante Foscari]] con prove di tiro con le nuove munizioni guidate in accoppiamento con il radar NA-25X, dopo aver terminato le prove è rimasto pienamente funzionante a bordo della nave.
 
== Utilizzo ==
Ecco un elenco di alcune classi di imbarcazioni/progetti che utilizzano o hanno utilizzato l'Otobreda 76 &nbsp;mm sia in versione "''Compatto''" sia in versione "''Super Rapido''":
[[File:Cannone Minerva.jpg|thumb|upright|Il cannone prodiero di una corvetta italiana [[Classe Minerva (corvetta)|Classe Minerva]]]]
 
* Fregate [[Classe Sachsen (fregata)|classe Sachsen]] (Germania)
* Fregate [[classe Valour]] (Sud Africa)
* Fregate [[classe Karel Doorman]] (OlandaPaesi Bassi)
* Fregate [[classe Cheng Kung]] (Taiwan)
* Pattugliatori [[classe Comandanti]] (Italia)
{{interprogetto|commons=Category:Otobreda 76 mm}}
== Collegamenti esterni ==
 
* [http://www.otomelara.it/OtoMelara/EN/Business/Sea/Medium_Calibres/index.sdo sul sitoweb Oto Melara]
* [http://digilander.libero.it/en_mezzi_militari/html/oto76.html Cannone navale polivalente Otomelara da 76mm]
139 336

contributi