Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
== Biografia ==
Nato a Callisciana, nei pressi di [[Perugia]], era figlio di un macellaio, fu avviato al mestiere di lanaiolo, ma preferì trasferirsi in [[Romagna]] come garzone di un uomo d'armi che gli insegnò l'arte della guerra.
[[File:Pisanello, medaglia di niccolò piccinino, recto.jpg|miniatura|sinistra|[[Pisanello]], [[Medaglia di Niccolò Piccinino]]<br />([[Pisanello]])]]
Nel [[1416]] iniziò la sua carriera militare al servizio di [[Braccio da Montone]].
Alla morte del suo condottiero, avvenuta durante l'assedio del[[l'Aquila]] ([[1424]]), subito seguita da quella del figlio di quest'ultimo, [[Oddo Fortebracci]], Piccinino divenne la guida della ''condotta'' di Braccio. Dopo un breve periodo al servizio della [[repubblica di Firenze]], servì [[Filippo Maria Visconti]], [[duca di Milano]] ([[1425]]), per il quale, insieme a [[Niccolò Fortebraccio]] combatté contro la lega formata dal [[papa Eugenio IV]], la [[repubblica di Venezia]] e [[Firenze]].<ref>Block, p. 31</ref>
 
Poco dopo, il 15 ottobre [[1444]], il condottiero si ammalò di [[idropisia]] e morì all'età di 58 anni: fu sepolto nel [[duomo di Milano]].
[[File:3439 - Milano - Duomo - Deambulatorio - Lapide x Francesco e Niccolò Piccinino - Foto Giovanni Dall'Orto - 6-Dec-2007a.jpg|thumb|upright=1.4|Epitaffio latino dei Piccinino nel [[duomo di Milano]], dove fu sepolto.]]
 
== Famiglia ==
== Note ==
<references />
 
 
== Bibliografia ==
6 521

contributi