Differenze tra le versioni di "Tortello di patate"

m
+img
(il tortello di patate é tipico anche della Valle del Bisenzio,in Provincia di Prato Comune di Vernio.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
m (+img)
|riconoscimento=PAT
|zona=[[Mugello]]
|regione=Toscana}}
|immagine = Pasta 02.jpg
|didascalia = Tortelli di patate al sugo d'anatra
}}
 
I '''tortelli di patate''' sono una ricetta tipica del [[Mugello]] e il [[Casentino]].
 
Pur avendo un nome simile ai [[tortellini]] emiliani, i tortelli di patate sono moltodiversimolto diversi. Si distinguono per la loro forma; non sono infatti "a fagotto", ma quadrati e hanno dimensioni maggiori. Un'altra notevole differenza è il ripieno, molto più semplice, ma non meno gustoso, composto da un impasto di patate lesse passate, parmigiano, noce moscata e sale. Qualche ricetta inserisce nell'impasto anche alcune erbe aromatiche, oppure del passato di pomodoro soffritto in aglio e prezzemolo e carne secca.
 
=== Storia ===
 
Il tortello di patate deve la sua tradizionalità alla particolare combinazione degli ingredienti e ai sistemi di lavorazione, che sono rimasti gli stessi nel tempo.
 
Il tortello, ovverosia la pasta ripiena,  era già conosciuto da secoli nella cucina toscana e romagnola: lo decanta   nel 1400 il Pulci, poeta alla corte di Lorenzo il Magnifico:
 
Ma soprattutto del buon vino ho fede
L’uno è la madre e l’altro il suo figliolo…
 
Il tortello di patate nasce come piatto povero: il ripieno diventa di patate con la raccolta delle prime patate seminate verso la metà del 1800. Infatti questo ripieno diventa una alternativa a quello di castagne frutto conosciuto e raccolto in tutte le zone appenniniche. 
 
[[File:Piatto tipico con tortelli caserecci conditi con funghi Prugnoli e pecorino di Sasso Pisano (PI).JPG|thumb|156x156px|Tortelli]]
 
Anche oggi l’impiego di patate locali per il ripieno conferisce una morbidezza ed un gusto molto apprezzati in zona.
 
=== La ricetta originale ===
 
Lessare le patate con la buccia e ancora calde passarle finemente. Aggiungere all’impasto noce moscata, sale, pepe e un soffritto preparato con il battuto di aglio e prezzemolo.
 
Si proceda a questo punto alla spianatura della pasta, preparata con la farina, le uova e il sale.
 
Con il ripieno formare tanti bocconcini e distribuirli sulla sfoglia alla distanza di 3-5 cm. La sfoglia verrà poi ripiegata e i tortelli chiusi con l’apposita rotella e ripassati con la forchetta onde evitarne la rottura durante la cottura. 
 
Si consuma come primo piatto con sugo di carne bovina, d’anatra, di coniglio, di cinghiale o ai funghi   accompagnato da vini rossi robusti.
La ricetta della Valle del Bisenzio prevede una variante,nell'impasto ci mettiamo solo mortadella,noce moscata,parmigiano,sale pepe,spezie(facoltative) sugo.