Differenze tra le versioni di "Tulle"

997 byte aggiunti ,  6 anni fa
nessun oggetto della modifica
m (Bot: fix voci sui Comuni (v. specifica))
==Storia==
===Fondazione e origini===
Nell'antichità esisteva un [[oppidum]] [[galli]]co sul [[Puy Saint-Clair]] in una posizione facilmente difendibile. Dopo la [[conquista romana della Gallia|conquista romana]], la città si spostò a valle nell'odierno quartiere di ''Trench''. I [[Romani]] costruirono un tempio alla dea "Tutela", protrettrice delle persone, delle proprietà e dei luoghi. Il culto di questo divinità avveniva presso il [[guado]] del [[Corrèze]], lungo un antico itinerario tra [[Bretagna]] e [[Mar Mediterraneo]]. Dal suo nome deriverebbe quello della città.
Il nome della città verebbe da "Tutela", potere divano romano alla quale si confidava la protezione delle persone, delle cose, e soprattutto dei luoghi. La fondazione storica data del settimo secolo con la fondazione di un monastero che sarà distrutto in 846 dai vichinghi.
 
===Medioevo===
Nel VII sec. fu fondato un monastero dedicato a [[San Michele]] e la popolazione locale si stabilì nei suoi dintorni.
Durante la guerra dei Cento Anni, gli inglesi prendono la città nel 1346 mentre imperversa la peste nera; cacciati della città dalla milizia locale, la città viene nuovamente conquistata nel 1369, sono espulsi poi definitivamente dalla milizia locale. Nel 1443, Charles VII riunisce gli Stati generali del Basso-Limousin.
Nell'[[846]] i Vichinghi distrussero il monastero che fu ricostruito in seguito ma scomparve nell'XI sec.
 
Furono edificate nuove costruzioni e nel [[1095]] papa [[Urbano II]] garantì la sua protezione. Nel [[1130]] iniziò la costruzione dell'abbazia che fu completata nel XIV sec. Nel [[1317]] papa [[Giovanni XXII]] creò la [[Diocesi di Tulle]] e l'abbazia divenne cattedrale.
Durante la [[Guerra dei Cent'anni]] gli [[Inglesi]] occuparono brevemente la città nel [[1346]] e nel [[1369]], ed in entrambe le occasioni furono cacciati dalla milizia locale. La città fu saccheggiata da [[Rodrigo di Villadrando]] e fu colpita dalla [[Peste Nera]], ma secondo la leggenda il popolo fu guarito da San Clair (miracolo oggi ricordato con una fiera).
Nel 1443 [[Carlo VII di Francia|Carlo VII]] vi riunì gli [[Stati Generali]] del [[Limosino|Basso Limosino]].
 
===Epoca moderna===
Durante le [[Guerre di Religionereligione francesi]], Tulle tienesi schierò percon i cattolici;. laLa città resisterespinse una prima volta agligli ugonotti[[Ugonotti]] in [[1577]], ma le truppe del visconte[[Visconte di Turenne]] prendonosi un'insanguinatapresero una sanguinosa rivincita in1585.nel [[1585]], mettendo a Mettonosacco la città a borsa e la devastano,devastandola dopo un assalto chenarrato ildal poeta protestante Afferrò[[Théodore diAgrippa d'Aubigné ha riferito]]. Le mutilazioni e saccheggi saranno molto più gravi durante la Rivoluzione: la cattedrale e gli edifici abbaziali sono convertiti ne manifattura di armi, tutti i ferramento, ivi compreso i ferri di sostegno della cupola sono strappati per recupero, ciò che provoca il cedimento della cupola, del capezzale, del transetto e della galleria nord del chiostro. La chiesa è riaperta al culto nel 1803, ma non ritroverà il suo titolo di cattedrale che in1823.
Mutilazioni e saccheggi furono molto più gravi durante la [[Rivoluzione Francese]]: la cattedrale e gli edifici abbaziali furono convertiti in manifattura di armi; tutti i sostegni in ferro, compresi quelli della cupola, furono strappati per recupero, provocando il cedimento della cupola, dell'abside, del transetto e della galleria nord del chiostro. La chiesa fu riaperta al culto nel [[1803]], ma non riottenne il suo titolo di cattedrale solamente nel [[1823]].
 
=== Tulle al finire della secondaSeconda guerra mondiale ===
Tulle fu liberata dai [[FFT]] l'8 giugno 1944 dopo due giorni di duri scontri che costarono la vita ad una trentina di soldati tedeschi. Il giorno stesso l'Alto Comando tedesco fece intervenire la Seconda Divisione ''Das Reich'' delle [[Waffen SS]] Das Reich, che procedendo su tre direttive rioccupò la città senza problemi in quanto i partigiani si erano ritirati sulle alture nell'impossibilità di contrastare l'avanzata dei carri armati.
 
Il mattino del giorno dopo, {{TA|5 000}} uomini tra i sedici e i sessanta anni abitanti di Tulle, furono concentrati dalle SS nel cortile della fabbrica d'armi e 99 di questi furono impiccati ai balconi ed ai lampioni della piazza mentre 150 furono deportati in Germania dain cuicampi di lavoro: 101 non tornarono più.
 
Due giorni dopo la stessa unità si sarebbe macchiata dell'orribile strage di Oradour-sur-Glane (642 vittime).
683

contributi