Differenze tra le versioni di "San Bartolomeo (Breda di Piave)"

m (Bot: errori di battitura)
Il rinvenimento di due tombe a incenerazione hanno dimostrato che la zona fosse frequentata già in epoca preromana, tuttavia di San Bartolomeo si hanno notizie certe solo dopo l'[[anno Mille]]: allora era nota come Villa del Bosco (''Villa Nemoris'' in [[lingua latina|latino]]) per le foreste che si estendevano nei dintorni.
 
Il paese ha sofferto delle disastrose piene del Piave che si sono ripetute nei secoli, provocando non solo delle distruzioni materiali, ma anche delle modifiche a livello amministrativo. In seguito a questi eventi, infatti, il corso del fiume ha subito numerose mutazioni, portando le pertinenze ora sulla riva destra, ora sulla sinistra. Per questa ragione, la [[comune rurale|regola]] di Villa del Bosco e la sua cappella si originarono in seno alla [[pieve]] di [[Cavrie]], ma nel [[1330]] gravitavano attorno a quella di [[Negrisia]].
 
Per questa ragione, la [[comune rurale|regola]] di Villa del Bosco e la sua cappella si originarono in seno alla [[pieve]] di [[Cavrie]], ma nel [[1330]] gravitavano attorno a quella di [[Negrisia]]. Ebbe una certa importanza come località di transito per quanti volevano raggiungere i mercati di [[Stabiuzzo]] e [[Ponte di Piave]], nonché le fiere di [[Fagarè della Battaglia|Fagarè]] e [[Rovarè]]<ref>{{Cita|Simionato|p. 301}}</ref>.
 
== Monumenti e luoghi d'interesse ==