Differenze tra le versioni di "Guglielmo III del Monferrato"

fixlink
m (ortografia)
(fixlink)
Guglielmo III era figlio primogenito di [[Ottone I del Monferrato|Ottone]]. Egli è il terzo marchese con il nome Guglielmo, poiché i precedenti due personaggi ([[Guglielmo I del Monferrato|Guglielmo I]] e [[Guglielmo II del Monferrato|Guglielmo II]]) furono rispettivamente il padre di [[Aleramo del Monferrato|Aleramo]] e il figlio di Aleramo.
 
Poco si sa di lui. Molti documenti di allora ne attestano l'intervento per la costruzione di un monastero presso [[Spigno Monferrato|Spigno]]. In un altro testo dell'epoca, redatto intorno al [[1014]], Guglielmo e il fratello Riprando donarono molti beni all'abbazia di [[Fruttuaria]]. Tra il [[991]] e il [[1002]] anche la chiesa di [[Acqui Terme]] ricevette alcune donazioni da parte dei marchesi. Guglielmo in tal modo perseguiva la politica religioso-familiare incominciata da Aleramo e che verrà portata avanti anche dai suoi successori.
 
Nei ''Miracula sancti Bononii'' si ricorda anche la moglie di Guglielmo, Waza, la quale, viene citata mentre è intenta a pregare sulla tomba di san Bononio, abate dei Santissimi Michele e Genuario di [[Lucedio]].