I dolori del giovane Werther: differenze tra le versioni

→‎Werther: Errore di battitura
(Annullata la modifica 71822474 di 93.144.97.236 (discussione) non mi pare errore di battitura ma aggettivo plurale che si riferisce anche al sostantivo precedente)
(→‎Werther: Errore di battitura)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Per la stessa struttura del libro, tutto ruota intorno al protagonista : Werther non è mai descritto esplicitamente ma si crea una sua immagine piuttosto definita già dalle lettere iniziali, ben prima dell'incontro con Charlotte, quasi la sua antitesi. Il giovane è colto e raffinato, ma dimostra ben presto le due caratteristiche che gli impediranno di inserirsi veramente nella società: una decisa insofferenza verso le convenzioni sociali, limite dell'individuo, e una netta propensione a farsi rapire dai sentimenti in maniera assoluta.
 
Werther ci appare come un'anima innocente, che non per niente si trova a suo agio con i bambini, completamente avulsa dalla routine che invece in qualche modo è percepibile in Albert e anche in Lotte. Werther non cerca una vita tranquilla, ma quella felicitàquell'ano totale che solo l'amore potrebbe dargli: questo aspetto lo rende estremamente fragile, essendo in definitiva legato alle decisioni di qualcun altro, cui ha affidato la sua intera vita. Werther è capace di amare e lo fa donando ogni attenzione e pensiero a Lotte, ma lei non può ricambiare e lo costringe a uno stato di frustrazione continua, dalla quale neanche Werther riesce realisticamente a immaginare un'uscita serena.
 
Il fatto che Werther non cerchi a tutti i costi di attirare Lotte a sé, dettaglio che può colpire il lettore moderno, può essere interpretato come estremo gesto d'amore: egli sa che Lotte ha bisogno di tranquillità e di certezze, lui non vuole essere un impedimento alla sua realizzazione. In questo si dimostra quindi molto lontano dal [[titanismo]] romantico, a cui si è tentato di accomunarlo: nonostante una buona consapevolezza di sé e dei propri pregi emersi fin dall'inizio del libro, Werther non si ritiene un animo superiore inadatto a questo mondo, ma più che altro riconosce la propria sconfitta, la propria nullità davanti a un sentimento totalizzante.
Utente anonimo