Differenze tra le versioni di "Il piffero magico"

m
ortografia
m (ortografia)
 
== Trama ==
La città di Hamelin è invasa dai topi che rubano in continuazione il cibo dai negozi e fanno scherzi alla gente di passaggio. Tutti gli abitanti non ce la fanno più e protestano da sindaco che decide i chiamare un noto prestigiatore in grado di risolvere il problema. Questi si presenta ma la gente lo deride e dubita delle sue capacità, ma l'uomo tira fuori un piccolo flauto e comincia a suonare una musica incantatrice che attrae tutti i topi che lo inseguono ballando fuori dalle mura. Infine il musicista li fa sparire per magia e torna sotto le mura di Hamelin a richiedere il compenso, ma l'avido sindaco, dato che anche lui dubitava delle sue capacità, non vuole perdere la faccia e così gli dichiara di non dargli nulla sennonché un misero soldo. Il pifferaio, indispettito, decide di punire tutti gli abitanti della città per la loro avarizia e così si mette a suonare di nuovo il flauto attraendo l'attenzione di tutti i bambini della città. Quest'Questi ultimi, indaffarati nelle faccende domestiche a differenza dei loro genitori, sfondano le porte e lo inseguono nella valle. Al termine del tragitto l'uomo e i pargoli si trovano di fronte a una montagna: il pifferaio con alcune melodie apre un ingresso nella roccia che lascia intravedere la soglia di un grandissimo parco divertimenti dov i bambini potranno giocare per sempre.
 
== Nota ==
441 547

contributi