Differenze tra le versioni di "Valentin Valentinovič Ivanov"

Correggo link
(immagine)
(Correggo link)
Dopo aver arbitrato nel 2000 nella fase finale degli [[Campionato europeo di calcio Under-21|europei under 21]] in [[Slovacchia]], nel [[2001]] venne inserito nella Top Class [[UEFA]] e nel [[2003]] raggiunse la consacrazione, dirigendo prima la finale della [[FIFA Confederations Cup|Confederations Cup]] tra [[Francia]] e [[Camerun]], poi la finale di [[Coppa Intercontinentale]] a [[Yokohama]] tra [[Milan]] e [[Boca Juniors]].
 
Nel [[2004]] diresse tre gare ai [[Campionati europei di calcio]] in [[Portogallo]], tra cui [[Nazionale di calcio dell'Inghilterra|Inghilterra]]-[[Nazionale di calcio della Svizzera|Svizzera]], [[Nazionale di calcio dell'Italia|Italia]]-[[Nazionale di calcio della Bulgaria|Bulgaria]] e il quarto di finale tra [[Nazionale di calcio della Repubblica Ceca|Repubblica Ceca]] e [[Nazionale di calcio della Danimarca|Danimarca]].
 
Nel [[2006]] venne selezionato per i [[Mondiali di calcio]] dove arbitrò tre gare: [[Nazionale di calcio della Francia|Francia]]-[[Nazionale di calcio della Svizzera|Svizzera]], [[Nazionale di calcio della Germania|Germania]]-[[Nazionale di calcio dell'Ecuador|Ecuador]], e l'ottavo di finale [[Nazionale di calcio del Portogallo|Portogallo]]-[[Nazionale di calcio dei Paesi Bassi|Olanda]]. Passò alla storia proprio a causa di quest'ultima partita, durante la quale stabilì il primato di cartellini sventolati in un Mondiale di calcio (20 di cui 16 gialli e 4 rossi); al termine della partita venne pesantemente criticato anche dallo stesso Presidente della [[FIFA]] [[Joseph Blatter]], che lo accusò di non aver saputo gestire l'incontro fin dall'inizio.
 
Vanta anche la direzione in due semifinali di Champions League (nel 2003 e nel 2006) ed in due semifinali di Coppa UEFA (nel 2003 e nel 2004).
64 556

contributi