Differenze tra le versioni di "Nerviano"

 
== Monumenti e luoghi d'interesse ==
A dare un tono di civetteria alla moderna struttura urbana di Nerviano concorrono antichi manieri di nobili casate, come quelli dei [[Crivelli (famiglia)|Crivelli]], Silvia, Caccia Dominioni, Caimi, Belloni, Lampugnani, Piazzi.
 
L'arricchimento artistico del paese è assicurato inoltre dalla presenza di numerosi monumenti religiosi: a partire dallo stesso municipio, che ha sede nello storico [[Monastero degli Olivetani (Nerviano)|Monastero degli Olivetani]], dalla neoclassica [[Pieve di Nerviano|chiesa di Santo Stefano]] e dal secentesco [[Santuario abbazia della Colorina]], che sono i più noti, ma è opportuno ricordare anche l'ultima chiesa costruita, quella della [[parrocchia]] di Maria Madre della Chiesa ([[1983]]-[[1985]], architetto Alessandro Foresti), e gli edifici adibiti al culto nelle frazioni di Sant'Ilario, Garbatola, Cantone, Villanova. Da una particolare angolatura storica e artistica vanno invece valutate le costruzioni del [[Lazzaretto]] e della [[La Rotondina|Rotondina]], l'antica cappella campestre (oggi completamente inurbata) dedicata alla Beata Vergine dell'Annunciata. Di importanza storica è anche la [[Torre civica (Nerviano)|torre civica]], che è stata inaugurata nel 1933.
Utente anonimo