Apri il menu principale

Modifiche

m
{{Nota disambigua|altri significati del termine|[[Saldatura a elettrodo rivestito]]}}
 
Un '''elettrodo''' è un [[conduttore di prima specie]] (per esempio [[metallo]] o [[grafite]]) usato per stabilire un contatto [[Elettricità|elettrico]] con una parte non metallica di [[Circuito elettrico|circuito]] (per esempio un [[semiconduttore]], un [[elettrolita]] o il [[Vuoto (fisica)|vuoto]]).
* Ci sono infine gli [[elettrodo di quarta specie|elettrodi di quarta specie]], o ''elettrodi a gas'', come quello formato da un filo di platino che termina in una lamina del metallo stesso, inserita in una soluzione di ioni H<sup>+</sup> ad attività unitaria, e a contatto con [[idrogeno]] gassoso alla [[pressione]] di 1 [[Atmosfera (unità di misura)|atmosfera]]. Come funzionamento sono assimilabili a un elettrodo di prima specie.
 
Quest'ultimo esempio non è altro che l'elettrodo di riferimento che viene anche indicato nella schematizzazione di una [[Pila (chimica)|pila]] con il simbolo [[elettrodo standard a idrogeno|SHE]] o NHE, al quale viene ''arbitrariamente'' assegnato valore zero, (a 25 &nbsp;°C e con la pressione dell'idrogeno di un'atmosfera e con l'attività degli ioni H<sup>+</sup> unitaria) per la determinazione della differenza di potenziale in una pila e quindi della [[forza elettromotrice]] della pila.
Per calcolare la forza elettromotrice di una pila è necessario utilizzare l'[[equazione di Nernst]].
 
 
==Altro==
Particolari elettrodi sono usati per creare un [[Arco elettrico|arco voltaico]] tra essi, per esempio nella [[lampada ad arco]] o nella [[Saldatura_a_elettrodo_rivestitoSaldatura a elettrodo rivestito|saldatrice ad arco]]. Nel caso della saldatura, l'elettrodo stesso si consuma (elettrodo consumabile) ed il metallo che lo costituisce si lega al metallo da saldare.
In altri casi, come nella [[lampada a scarica]], l'elettrodo non è soggetto a consumo (elettrodo non consumabile).
 
2 583 174

contributi