Differenze tra le versioni di "Corsa a tappe"

Solo sei ciclisti le hanno vinte tutte e tre: [[Jacques Anquetil]], [[Felice Gimondi]], [[Eddy Merckx]], [[Bernard Hinault]], [[Alberto Contador]] (che è riuscito a vincerle tutte e tre in 14 mesi) e [[Vincenzo Nibali]]. Questi campioni sono identificati come " vincitori della [[tripla corona (ciclismo)|tripla corona]]".
Nel calendario dell'[[Unione Ciclistica Internazionale]] (UCI) vi sono poi numerose corse a tappe dalla durata variabile da 4 a 15 giorni appartenenti al circuito [[UCI World Tour]] e [[UCI Continental Circuits]] tra cui la [[Parigi-Nizza]], la [[Tirreno-Adriatico]], il [[Critérium du Dauphiné]] e il [[Giro di Svizzera]].
 
Nel ciclismo moderno, mentre le classiche, e più in generale le corse in linea di un giorno, sono appannaggio di corridori specializzati, i cosiddetti ''cacciatori di classiche'', che massimizzano la resa agonistica durante l'intera gara, spesso con doti di potenza (in genere scattisti, passisti-veloci e finesseur), e dove risulta non trascurabile anche l'aspetto tattico, le corse a tappe sono invece appannaggio di corridori specializzati che alla lunga eccellono in doti di resistenza e recupero capaci di lottare nelle gare a cronometro e in salita (in genere passisti-scalatori).
 
Nella storia del ciclismo fanno eccezione quei ciclisti che si sono distinti sia come vincitori di grandi giri sia come vincitori di corse in linea di un giorno tra cui le classiche: questi in genere sono considerati corridori completi e tra questi figurano i più grandi ciclisti. Brevi corse a tappe possono tuttavia essere appannaggio anche di cacciatori di classiche.
 
==Rally==
Utente anonimo