Differenze tra le versioni di "Famiglia Cristiana"

m
nessun oggetto della modifica
m
L'inchiesta fu duramente contestata dall'allora ministro [[Pietro Lunardi]]. Successivamente, durante la campagna elettorale del [[2006]], Berlusconi rifiutò di farsi intervistare da ''Famiglia Cristiana''. La redazione pubblicò allora una [[foto]] di [[Silvio Berlusconi]] con le domande che avrebbe ritenuto dover essere rivolte al Cavaliere in una intervista, ''senza però ovviamente le relative risposte''.
 
''Famiglia Cristiana'' non fu tenera neppure con il nuovo governo di [[Romano Prodi]]: sotto accusa finirono l'alto numero di ministri e sottosegretari, il disegno di legge sui [[DICO (disegno di legge)|DICO]], la mancanza di politiche a favore della famiglia.
 
A partire dalle nuove elezioni del [[2008]], vennero pubblicati una serie di editoriali che colpirono tutti i principali partiti politici:
75 598

contributi