Apri il menu principale

Modifiche

m
[[File:RN Premuda.jpg|thumb|left|Il cacciatorpediniere ''TA32'', ex italiano ''[[Premuda (cacciatorpediniere)|Premuda]]'']]
 
Il ''Lookout'' stabilì un contatto radar con le unità nemiche intorno alle 03:00 del 18 marzo: i tedeschi stavano procedendo verso nord alla velocità di 20 [[nodo (unità di misura)|nodi]] (37 km/h). I cacciatorpediniere britannici si fecero sotto a forte velocità e aprirono il fuoco con i loro cannoni da 120 mm da una distanza di 4.600 [[metro|metri]], muovendo poi parallelamente alla formazione nemica per lanciarle contro dei siluri<ref name=Whitley />. I tedeschi furono colti completamente di sorpresa da questo attacco e i cannoni del ''Lookout'' asserviti al radar misero subito a segno diversi colpi sulla ''TA24'' e sulla ''TA29'': la seconda unità dovette sganciarsi dal resto della formazione, mentre le altre due unitànavi di von Gartzen tentavano di ritirarsi verso nord. Il ''Lookout'' concentrò l'attenzione sulla ''TA29'', muovendole attorno e serrando le distanze fino a 1.800 metri: la torpediniera tedesca si difese fino alla fine, mancando varie volte il ''LoockoutLookout'' con i suoi cannoni principali e mettendo a segno alcuni colpi con le mitragliere da 20 mm che innescarono sul cacciatorpediniere britannico un incendio subito estinto<ref name=Tucker />; il ''LoockoutLookout'' continuò a cannoneggiare la ''TA29'' fin verso le 04:00, quando infine la torpediniera, centrata più di 40 volte e in preda alle fiamme, si inabissò con la perdita di 20 uomini del suo equipaggio<ref name=OHara />.
 
Nel frattempo, il ''Meteor'' aveva continuato a inseguire la formazione tedesca mentre il ''LoockoutLookout'' era impegnato nel suo duello con la ''TA29''. Il cacciatorpediniere britannico riottenne un contatto radar alla distanza di 11.200 metri, e dopo essersi avvicinato a tutta forza aprì il fuoco da 7.300 metri centrando subito la ''TA24''<ref name=Whitley />; seguendo le fiamme appiccate da questi colpi il ''Meteor'' lanciò pochi minuti dopo una salva di siluri, uno dei quali centrò in pieno l'unità tedesca: la torpediniera esplose e affondò nel giro di 13 minuti, con la perdita di 30 uomini dell'equipaggio<ref name=Tucker />. Il cacciatorpediniere ''TA32'', raggiunto da alcuni colpi ma rimasto ai margini dello scontro principale, riuscì a sganciarsi e a rientrare a Genova, dove poi si autoaffonderà il 24 aprile 1945 nell'imminenza dell'abbandono della città da parte dei tedeschi; le unità britanniche recuperarono dal mare 244 superstiti delle torpediniere affondate<ref name=Whitley />.
 
== Note ==