Differenze tra le versioni di "Ebrei della Cina"

Note
(Note)
Per recuperare le loro radici religiose, privi di testi religiosi ebraici di origine cinese o vera conoscenza di ebraismo, i Kaifeng si sono basati sia sulle tradizioni familiari che dall'aiuto di ebrei stranieri. Alcuni hanno iniziato ad emigrare in Israele.
 
== Nel [[XX secolo]] ==
[[File:1280px-Tientsin heping-Judaictemple-Chent-001.jpg|miniatura|Una sinagoga a [[Tientsin]]]]
Nel [[1906]] una parte degli [[ebrei]] russi in fuga dalla Rivoluzione del [[1905]], si stabilì a [[Harbin]] in [[Manciuria]], per poi, con l'arrivo dei giapponesi, spostarsi a [[Shangai]]. Così, circa 20.000 profughi provenienti dall'[[Austria]], dalla [[Polonia]], dalla [[Russia]] si stabilirono nel distretto di Hongkou, nei pressi di Shanghai. A quel tempo Hongkou era scarsa di risorse, ma gli ebrei vennero accolti lo stesso. Alcuni di essi invece si rifugiarono a [[Kobe]], in [[Giappone]]. L'aspetto più paradossale della situazione è che la maggior parte dei visti rilasciati a queste famiglie ebraiche, erano di funzionari consolari giapponesi che disubbidirono agli ordini diretti del loro ministero.
 
==Note==
<references/>
 
== Voci correlate ==