Differenze tra le versioni di "Famiglia Cristiana"

m
* sull'invio di [[esercito|militari]] [[italia]]ni in [[Iraq]].
 
Il culmine dello scontro con la [[Casa delle Libertà]] si toccò con un'inchiesta, tenuta in collaborazione con il [[Tg3]], sull'ingerenza della [[mafia]] sulla costruzione del [[ponte sullo Stretto di Messina]].
 
L'inchiesta fu duramente contestata dall'allora ministro [[Pietro Lunardi]]. Successivamente, durante la campagna elettorale del [[2006]], Berlusconi rifiutò di farsi intervistare da ''Famiglia Cristiana''. La redazione pubblicò allora una [[foto]] di [[Silvio Berlusconi]] con le domande che avrebbe ritenuto doverdovessero essere rivolte al Cavaliere in una un'intervista, ''senza però ovviamente le relative risposte''.
 
''Famiglia Cristiana'' non fu tenera neppure con il nuovo governo di [[Romano Prodi]]: sotto accusa finirono l'alto numero di ministri e sottosegretari, il disegno di legge sui [[DICO (disegno di legge)|DICO]], la mancanza di politiche a favore della famiglia.
Utente anonimo