Differenze tra le versioni di "Al-Hasan al-Askari"

m
Bot: Overlinking su giorni e mesi dell'anno; modifiche estetiche
m
m (Bot: Overlinking su giorni e mesi dell'anno; modifiche estetiche)
 
== Biografia ==
L'Imām al-Ḥasan ibn ʿAlī al-ʿAskarī è stato l'11° Imam degli [[sciiti]] [[imamiti]] (o [[duodecimani]]) e degli [[alauiti]]. Nacque a [[Medina]]<ref>Veccia Vaglieri 1986, pp. 246-247.</ref><ref>[[al-Shaykh al-Mufid|al-Shaykh al-Mufīd]], ''al-Irshād'', Qom, Āl al-Bayt, 1413 dell'[[Calendario islamico|Egira]], vol. II, p. 313.</ref> e morì a [[Samarra|Sāmarrāʾ]].<br />
Suo padre era [[Ali al-Hadi]] e sua madre Salīl o Ḥudaytha.
 
Morì avvelenato il venerdì [[1º gennaio]] [[874]], su ordine del [[Califfo]] [[abbaside]] [[Al-Mu'tamid (Abbaside di Samarra)|al-Muʿtamid]] e fu inumato vicino al padre a Sāmarrāʾ ([[Iraq]]).
 
== Imamato ==
* Per 13 anni visse a Medina.
* Per 10 anni abitò a Sāmarrāʾ, al tempo dell'Imamato di suo padre [[Ali al-Hadi]].
* Suo Imamato, di circa 6 anni (dal 254 dell'[[Calendario islamico|E.]] al 260 E.)<ref>[[Ibn Shahrashub|Ibn Shahrāshūb]], ''Manaqin'', biografia, vol. 4, p. 455.</ref>.
Ibn ÷Šahr§¯Šåb, Ma#§lim al- #ulam§", ed. #Abb§s IÎb§l, Tehran 1353/1934, 88
 
== Matrimonio e discendenza ==
Fu sposato a una [[schiava]], bizantina o africana, di nome Narjis.<ref>Mohammad Baqir Majlesi, ''Biḥãr al-anwãr'' (I mari di luci), Beirut, al-Wafāʾ, 1403 dell'[[Egira]], vol. 51, p 11.</ref> Dal loro matrimonio nacque il 12° Imam, [[Muhammad al-Mahdi]], che rimase figlio unico.<ref>al-Shaykh al-Mufīd, ''al-Irshād'', Vol. II, p. 339.</ref>
 
== Note ==
 
== Bibliografia ==
* Lemma «al-Ḥasan al-ʿAskarī» ([[Laura Veccia Vaglieri|L. Veccia Vaglieri]]), su: ''The [[Encyclopaedia of Islam]]'', 2nd edition
<!--
{{Début dynastie}}
494 564

contributi