Apri il menu principale

Modifiche

m
Bot: Correzione redirect
| prefisso onorifico = [[The Right Honourable]]
| nome = Leonard James Callaghan
| suffisso onorifico = The Lord Callaghan of Cardiff, [[Ordine della Giarrettiera|KG]], [[HerConsiglio Majesty'sprivato Mostdi Honourablesua Privy Councilmaestà|PC]]
| immagine = James Callaghan.JPG
| carica = [[Primi ministri del Regno Unito|Primo ministro del Regno Unito]]
| predecessore = Lord [[Harold Wilson]]
| successore = Lady [[Margaret Thatcher]]
| carica2 = [[Segretario di Stato per gli affari esteri e del Commonwealth|Segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth]]
| mandatoinizio2 =5 marzo [[1974]]
| mandatofine2 =5 aprile [[1976]]
| predecessore2 = [[Alec Douglas-Home]]
| successore2 = [[Anthony Crosland]]
| carica3 = [[Segretari di Stato per gli affari interni del Regno Unito|Segretario di Stato per gli Affari Interni]]
| mandatoinizio3 = 30 novembre [[1967]]
| mandatofine3 = 19 giugno [[1970]]
|Immagine =
}}
Ha fatto parte del [[Partito Laburista Inglese(Regno Unito)|Partito Laburista]].
 
È stato [[Primi ministri del Regno Unito|Primo ministro del Regno Unito]] dal 5 aprile [[1976]] al 4 maggio [[1979]] sostituendo [[Harold Wilson]] al numero 10 di Downing Street in un momento assai delicato per la storia del Regno Unito.
 
== Biografia ==
Nacque a [[Portsmouth]] il 27 marzo [[1912]]; ottenne il diploma di scuola superiore ma non poté permettersi di accedere all'università. Dall'età di 17 anni lavorò come ispettore fiscale; si batté per creare un sindacato nel suo settore, di cui poi diventò membro dell'esecutivo nazionale. Nel [[1931]] entrò nel [[Partito Laburista (Regno Unito)|Partito Laburista]]. Il suo attivismo a livello sindacale lo portò in contatto con alcuni dirigenti laburisti, che lo spinsero a candidarsi in Parlamento. Intanto, però, con lo scoppio della [[Seconda guerra mondiale]], si arruolò nella [[Naval Service|Marina britannica]], da cui fu costretto a ritirarsi a causa della [[tubercolosi]], malattia da cui guarì poco dopo. Servì, quindi, nell'[[Ammiragliato (Regno Unito)|Ammiragliato]].
 
=== Carriera politica ===
Quando il Labour vinse le elezioni nel [[1964]], Callaghan divenne [[Cancelliere dello Scacchiere]] in una situazione di crisi economica; egli cercò, quindi, di stabilizzare l'economia aumentando le tasse, cercando di contenere la spesa pubblica ed ottenendo prestiti per evitare una [[svalutazione]] della [[Sterlina britannica]], che però fu costretto ad accettare nel [[1967]]. Per questo motivo si dimise dalla carica, ma subito dopo venne nominato Ministro degli interni; dovette così fronteggiare il nascente conflitto in [[Irlanda del Nord]], decidendo, su richiesta del locale governo unionista, di inviare l'esercito. Nel [[1968]] Callaghan promosse una restrittiva legge sull'[[immigrazione]], rispondendo alle preoccupazioni dell'opinione pubblica per una possibile "invasione". Nello stesso anno, approvò una legge contro le discriminazioni su base etnica.
 
Nel [[1970]] il Labour tornò di nuovo all'opposizione; in questo periodo, Callaghan teorizzò l'idea di un "contratto sociale" tra governo e ''[[Sindacato#Storia|Trade Unions]]'' e si oppose all'entrata della Gran Bretagna nella [[Comunità economica europea|CEE]]. Nel [[1974]] tornò al governo; ricoprì il ruolo di Ministro degli Esteri, rinegoziando i termini dell'adesione britannica al Mercato comune. Nel [[1976]] [[Harold Wilson]] si dimise dalla carica di [[primo ministro]]; nonostante l'età piuttosto avanzata, Callaghan riuscì ad imporsi come successore.
 
=== Primo ministro britannico ===
 
Callaghan si dimise da leader del partito 18 mesi dopo le elezioni, dopo essere stato indebolito dall'ala sinistra del suo partito, diventata ormai maggioritaria all'interno del ''Labour''.
Si ritirò dalla [[Camera dei comuni (Regno Unito)|Camera dei Comuni]] nel [[1987]] e subito dopo fu nominato membro a vita nella [[Camera dei lord|Camera dei Lord]].
 
Callaghan morì il 26 marzo [[2005]]. Il giorno seguente avrebbe compiuto 93 anni (il che lo rende il primo ministro britannico più longevo).
1 127 293

contributi