Principe di Belmonte: differenze tra le versioni

m
Bot: sostituisco redirect ambiguo (v. disc.)
(Semmai era il suocero!)
m (Bot: sostituisco redirect ambiguo (v. disc.))
{{vocetorna principalea|Belmonte Calabro|Storia di Belmonte}}
 
Il titolo di '''Principe di [[Belmonte Calabro|Belmonte]]''' fu creato da [[Filippo III di Spagna]] il 5 marzo [[1619]], in favore dell'allora Conte Orazio Giovan Battista Ravaschieri Fieschi, dei Conti di [[Lavagna (Italia)|Lavagna]], Barone di Belmonte e di Badolato. Il titolo, passato alle famiglie Pinelli, Duchi d'[[Acerenza]], e poi [[Pignatelli (famiglia)|Pignatelli]], venne soppresso con la legge di [[Eversione della feudalità]] nel [[regno di Napoli]] promulgata il 2 agosto [[1806]]; il titolo si tramandò de iure ai membri della famiglia Ravaschieri Fieschi Pinelli Pignatelli Granito, divenendo parte del [[cognome]].
 
 
==Bibliografia==
* Gabriele Turchi, ''Storia di Belmonte'', ''Appendice: Alberi Genealogici'', [[Cosenza]], Edizioni Periferia, 2004, [[ISBN]] 88-87080-96-8
 
{{Belmonte Calabro}}
3 192 175

contributi