Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione, 4 anni fa
 
Il ''[[Tyrannosaurus rex]]'', così come molti altri dinosauri, evade dal proprio recinto, e assale la macchina di Tim e Lex lasciati soli da Ed Regis: la bambina riesce ad uscire dall'auto e la macchina viene lanciato in un albero nel recinto. Poi rivolge la propria furia predatrice ai danni della Land Cruiser di Alan Grant e Ian Malcolm: il matematico viene colpito dal dinosauro e Grant viene scalciato nel recinto.
Nel frattempo Tim riesce a scendere dall'auto e a recuperare Lex per poi riunirsi con Alan Grant giusto in tempo per assistere all'uccisione di Ed Regis da parte del giovene "T-rex".
 
Appena tornato al Centro Visitatori insieme a Ellie Sattler e al dottor Harding, Donald Gennaro si unisce a Robert Muldoon alla ricerca di Grant e dei nipoti di Hammond, ma senza successo. L'[[avvocato]] e il guardiacaccia trovano la gamba di Regis e i rottami delle due auto e Ian Malcom con una gamba e una caviglia rotta. I due accertano comunque che sono ancora vivi, e che semplicemente sono andati alla ricerca di un posto più sicuro dove nascondersi. Infatti Grant e i bambini riescono a scavalcare il recinto del "Tirannosauro" rimanendo però intrappolati nel fossato che divideva il recinto da quello dei "Sauropodi". Dopo esserne usciti i tre si recano in un deposito di fieno.
 
Mentre John Arnold e Henry Wu lottano disperatamente per riattivare il sistema, la Sattler si prende cura di Ian Malcolm, il quale è stato gravemente ferito dal ''Tyrannosaurus rex''. Arnold riesce a ridare corrente al sistema, ma le comunicazioni non sono ancora possibili da ripristinare, così come i sensori di movimento.
 
Grant e i bambini, all'alba del giorno dopo, lasciano l'[[albero]]il deposito di fieno che ha fatto loro da riparo, e raggiungono il sensore di movimento più vicino, ma si rendono conto che non funziona.
 
Nell'estremo tentativo di riattivare l'intero sistema, Arnold toglie la corrente a tutto, liberando i [[Velociraptor]], e la riaccende dopo trenta secondi. Questa è infatti una misura di sicurezza studiata in particolari istanti di emergenza, ma nessuno l'ha mai sperimentata prima. Sul momento pare che tutto sia tornato finalmente a posto.
Utente anonimo