Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
}}
 
L<nowiki>'</nowiki>'''ossido di alluminio''' (o '''allumina'''<ref>{{en}} [http://www.thermopedia.com/content/554 Thermopedia, "Aluminum oxide"]</ref>) è l'[[ossido]] ceramico dell'[[alluminio]] caratterizzato da [[formula chimica]] Al<sub>2</sub>O<sub>3</sub>. Questo materiale, all'apparenza molto fragile e poco utilizzabile, nasconderisulta proprietàinvece interessantifondamentale in campo industriale, per le sue proprietà quali la resistenza agli acidi, l'elevata [[conducibilità termica]], e la scarsa [[conducibilità elettrica]], ed è anche catalizzatore d'interesse industriale.
Viene utilizzato in moltissimi campi, quali l'industria dei laterizi, dei refrattari e delle ceramiche, l'[[elettronica]] e la [[Meccanica applicata|meccanica]], oltre ad essere usata nella biomedica come materiale di innesto. È la base di alcuni [[minerali]] come [[rubino]] e [[zaffiro]], che si differenziano a seconda delle impurezze metalliche presenti nel [[reticolo cristallino]].
 
A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco inodore.
== Produzione ==
{{vedi anche|processo Bayer}}
L'La produzione di alluminio metallico parte dalla produzione di allumina, che viene comunemente ricavata industrialmente tramite il [[processo Bayer]] a partire dal minerale [[bauxite]] in un processo che coinvolge l'Idrossido di sodio per alzare il [[pH]] della soluzione e sfrutta il comportamento anfotero dell'alluminio.
 
== Proprietà chimico-fisiche ==
I campi di utilizzo dell'allumina sono molteplici, grazie ad una serie di proprietà chimico-fisiche che rendono tale materiale adatto per svariate applicazioni.
Le caratteristiche principali dell'allumina sono:
* buona stabilità termica: viene largamente utilizzato nella produzione di refrattari (cementi, calcestruzzi e mattoni);
* buona resistenza alla [[corrosione]] sia in ambienti acidi che in ambienti alcalini;
* materiale non soggetto al fenomeno di [[ossidazione]];
 
== Danni ambientali ==
Il 4 ottobre [[2010]] alle ore 12:25 il villaggio ungherese di [[Kolontár]] è stato distrutto da un'inondazione di circa un milione di metri cubi di fanghi color ruggine ad alta concentrazione di allumina. Il cedimento di una vasca di contenimento degli scarti di lavorazione della MAL, una fabbrica di alluminio nel vicino paese di [[Ajka]], ha inondato l'intera zona coprendo un'area di 40 km² ed il bacino del fiume [[Marcal]], in cui il livello di pH si è alzato fino a 13. Nel fiume sono state versate ingenti quantità di acidi per evitare che il disastro colpisse il [[Danubio]], di cui il Marcal è un affluente. Nella catastrofe ecologica, la più grande della storia ungherese, hanno perso la vita nove persone<ref>[http://www.nepszava.hu/articles/article.php?id=356466 Iszapömlés - Kilencre nőtt a halálos áldozatok száma - BELFÖLD - NÉPSZAVA online<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref> e ne sono state ferite un centinaio. Il danno principale è tuttavia quello all'ecosistema: nel suolo sono state riscontrate, assieme all'allumina, che di per se stessa non è un materiale tossico o particolarmente nocivo, alte concentrazioni di materiali debolmente radioattivi, piombo, cadmio, arsenico e mercurio e nitrati.
 
== Note ==
Utente anonimo