Differenze tra le versioni di "Movimento carismatico"

→‎Storia: Corretto errore di battitura, modificato in Battista il "battezzatore"
m (Bot: sintassi dei link e modifiche minori)
(→‎Storia: Corretto errore di battitura, modificato in Battista il "battezzatore")
Etichette: Modifica da mobile Modifica da applicazione mobile
Per molti secoli nella Chiese cristiane si è diffusa la convinzione che l'attività carismatica sia finita con la [[morte]] degli [[apostoli]]. Secondo alcuni ([[Chiesa ortodossa]]), i [[santi]] manifesterebbero ancora questi carismi mentre secondo altri queste manifestazioni dello Spirito si sarebbero attenuate, se non cessate del tutto per principio (soprattutto nel [[Calvinismo]] o nella [[Chiesa Cristiana Evangelica dei Fratelli]]), essendo considerati doni utili solo a quel tempo per lanciare e consolidare la Chiesa cristiana (e quindi i cosiddetti doni carismatici oggi sarebbero falsi o addirittura satanici).
 
L'azione dello Spirito Santo è attestata già nell'[[Antico Testamento]]: il [[Simbolo Niceno|Credo di Nicea]] infatti afferma che lo Spirito Santo "ha parlato per mezzo dei [[Profeta|profeti]]". Ultimo profeta vetero-testamentario, secondo la comune visione cristiana, sarebbe stato [[San Giovanni Battista|Giovanni il BattezzatoreBattista]].
 
I doni dello Spirito Santo, secondo la dottrina cristiana, si sono invece manifestati ''collettivamente'' il giorno di [[Pentecoste]] quando avvenne l'effusione dello [[Spirito Santo]] sugli [[apostolo|apostoli]] e [[Maria, madre di Gesù|Maria]] riuniti nel [[Cenacolo]] dopo la [[Resurrezione]] di [[Cristo]] ([[Atti degli Apostoli]] {{Passo biblico|At|2,1-4}}).
44

contributi