Differenze tra le versioni di "Gesù"

Annullata la modifica 74360100 di Fcarbonara (discussione) Fonte non attendibile, non neutrale e POV
(→‎Gesù nella storiografia moderna: Rimetto una fonte cancellata impropriamente)
(Annullata la modifica 74360100 di Fcarbonara (discussione) Fonte non attendibile, non neutrale e POV)
La ricerca riprende slancio alla metà del [[XX secolo]] (''new quest''): si cerca di conciliare le diverse nature di Gesù, ma si è ancora concentrati sui vangeli canonici<ref>Vedi p. es. [[Ernst Käsemann]], [[Edward Schillebeeckx]].</ref>.
 
Lo studio sulla figura di Gesù si è quindi ampliato notevolmente negli ultimi decenni, estendendo la base documentale e considerando anche testi quali i [[vangeli apocrifi]] e i [[manoscritti non biblici di Qumran]]. Questa nuova fase (''third quest'') si caratterizza inoltre per l'interesse e l'attenzione posti nell'analisi del contesto storico e sociale del tempo<ref>Vedi p.es. [[John Dominic Crossan]], [[Giorgio Jossa]], [[Martin Hengel]], [[Morton Smith]].</ref></ref>. La terza ricerca «[...] ha seguito vari percorsi, uno dei più controversi dei quali è quello del [[Jesus Seminar]], che studia ciò che sia certo, ovvero possibile, probabile, o infine assolutamente impossibile che il Gesù storico abbia detto o fatto. Materiale per statistici, più che per teologi»<ref>Andrea Filippini, ''Protocristianesimo - Il cristianesimo del I secolo alla luce degli scritti neotestamentari'', p.14, Ginevra Bentivoglio Editoria, Roma, 2013. ISBN 978-88-98158-08-09</ref>. Secondo l'accademico Paul Mattei, professore di [[letteratura latina]] e [[patristica]] all'[[Università di Lione|Université Lumière Lyon-II]], «i procedimenti» del Jesus Seminar «[...] hanno spesso suscitato stupore ed ironia (voto a maggioranza, tra i presenti, cooptati alle riunioni di gruppo) [...] in rottura con qualunque tipo di dogmatismo confessionale [...]»<ref>Paul Mattei, ''Il cristianesimo antico. Da Gesù a Costantino'', p.71, Il Mulino, Bologna, 2012. ISBN 978-88-15-23762-0.</ref>.
 
Allo stato attuale non ci sono dubbi sostanziali sul corso della vitadivita di Gesù: quando e dove visse e morì e quale tipo di attività svolse durante la sua vita pubblica<ref name="Sanders">[[E. P. Sanders]], "Gesù la verità storica", Mondadori, 1995 (titolo originale, ''The Historical Figure of Jesus'', 1993).</ref>. Rimane fitto invece il dibattito sulla storicità di singole azioni o detti a lui attribuiti, così come sulle [[metodologia|metodologie]] che è possibile applicare per la loro analisi. L'insieme di affermazioni su Gesù sulle quali c'è generale consenso tra gli studiosi, indipendentemente dal loro credo, comprendono la sua nascita verso il [[4 a.C.]], la sua infanzia a [[Nazareth]], il battesimo a opera di [[Giovanni il Battista]], la costituzione di un gruppo di discepoli, l'insegnamento nei villaggi e nelle campagne della [[Galilea]], la predicazione del [[Regno di Dio]], il viaggio a [[Gerusalemme]] culminato con i disordini al [[Tempio di Gerusalemme|Tempio]], la [[ultima cena|cena finale]] con i discepoli, la cattura, l'interrogatorio e la messa a morte da parte di [[Ponzio Pilato]], cui seguono prima una fuga e poi la ricostituzione del gruppo di discepoli, convinti del ritorno di Gesù per fondare il Regno.<ref>Per un elenco più completo e dettagliato dei dati considerati allo stato attuale fuori discussione dagli storici, cfr. [[E. P. Sanders]], "Gesù la verità storica", Mondadori, 1995 (titolo originale, ''The Historical Figure of Jesus'', 1993).</ref>
 
== Gesù tra ricerca e divulgazione ==
5 631

contributi