Differenze tra le versioni di "Dante (metropolitana di Napoli)"

clean up, fixed tag(s) using AWB
(virgolette inutili; elimino dettagli superfli)
(clean up, fixed tag(s) using AWB)
|localizzazione=[[Piazza Dante (Napoli)|Piazza Dante]], [[Napoli]]
|tipologia=Stazione sotterranea
|interscambio=Autobus urbani ed extraurbani<br />[[Filobus di Napoli|Filobus]]
|vicinanza=- [[Teatro Bellini di Napoli|Teatro Bellini]]<br />- [[Via Toledo]]<br />- [[Centro storico di Napoli|Centro Storico]]
|note =
|latitudine =40.8489
La struttura esterna si presenta con due padiglioni realizzati in vetro e acciaio che incorniciano la statua di [[Dante]].
 
Al suo interno sono esposte le opere di importanti artisti napoletani, italiani e stranieri, tra questi artisti spicca il nome [[Jannis Kounellis]], autore di un'installazione ''Senza Titolo'', con putrelle (che rappresentano dei binari), scarpe, un cappotto, un cappello e trenini giocattolo, un altro artista è [[Joseph Kosuth]] che ha installato <em>''Queste cose visibili'', </em>un lungo neon un brano del ''[[Convivio]]'' scritto da [[Dante]].
 
[[Nicola De Maria]] ha realizzato un mosaico intitolato ''Universo senza bombe, regno dei fiori. 7 angeli rossi''. Michelangelo Pistoletto ha installato ''Intermediterraneo'', un’opera specchiante in cui è tracciato il profilo del bacino mediterraneo, mentre [[Carlo Alfano]] ha realizzato due dipinti montati su un telaio di alluminio dal titolo <em>''Luce-Grigio</em>'', del 1982 e <em>''Frammenti di un autoritratto anonimo</em>'' del 1985.
 
Gae Aulenti ha inoltre risistemato la [[Piazza Dante (Napoli)|piazza]] destinandola esclusivamente al traffico pedonale e pavimentandola con lastre di pietra lavica e marmo.