Differenze tra le versioni di "Malatesta da Verucchio"

ripetizioni
m (→‎Biografia: - link errato)
(ripetizioni)
Nel [[1295]] si proclamò [[Signore (titolo nobiliare)|signore]] di [[Rimini]], decretando l'espulsione di tutte le famiglie [[Guelfi e ghibellini|ghibelline]] rivali.
Malatesta per questiqueste episodivicende è citato da [[Dante Alighieri|Dante]] come il "Mastin vecchio" ([[Inferno - Canto ventisettesimo|Inf. XXVII]] vv. 46-48), assieme al figlio [[Malatestino I Malatesta|Malatestino I]], il "Mastin nuovo". Il [[Dante Alighieri|Sommo Poeta]] ricorda che i due fecero imprigionare e uccidere nel [[1295]], Montagna di Parcitadi, capo della fazione ghibellina riminese.
{{quotecitazione|E il Mastin Vecchio e il Nuovo, che fecer di Montagna il mal governo, là dove soglion fan d'i denti succhio.}}
Lo stesso Malatestino I fu ritenuto da dall'[[Dante Alighieri|Alighieri]] responsabile dell'omicidio dei due ''migliori'' di [[Fano]] ([[Inferno - Canto ventottesimo|Inf. XVIII]], vv. 76-84).
Ma l'episodio più famoso che lo lega alla [[Divina Commedia]] è in realtà l'episodioquello di [[Paolo e Francesca]] che riguarda l'amorela relazione tra il figlio [[Paolo Malatesta|Paolo]] e la cognata [[Francesca da Polenta]], entrambi uccisiassassinati dal marito di lei [[Gianciotto Malatesta|Gianciotto]], fratello di Paolo.
Morì centenario nel [[1312]] dopo aver dettato minuziose disposizioni testamentarie. [[Sigismondo Malatesta|Sigismondo]] farà raccogliere i suoi resti, unitamente a quelli degli altri avi, nell'''Arca degli Antenati e dei Discendenti'', opera di [[Agostino di Duccio]], nella chiesa riminese di San Francesco, ovvero il [[Tempio Malatestiano]].<ref>Yriarte, p. 209</ref>
Utente anonimo