Jelena Janković: differenze tra le versioni

Allo Us Open un sorteggio non particolarmente fortunato la vede affrontare nei quarti la campionessa in carica di Wimbledon, [[Venus Williams]], che sta ritrovando il suo tennis migliore. La serba si aggiudica il I set per 6-4, il II è tutto per la reazione d'orgoglio di Venus che costringe alle corde la serba per 6-1, sfruttando il servizio decisamente più efficace. Nel III torna l'equilibrio, ma la superiorità atletica e l'attitudine vincente dell'afroamericana faranno la differenza sino al tie-break risoltosi 7-4 per la Williams. La stagione di Jelena, complice la stanchezza, va in calando: perde nei quarti a Bali per mano della rientrante Davenport, dalla quale si vendica a Pechino in semifinale, per poi soccombere dall'astro nascente [[Ágnes Szávay]]. A Stoccarda perde nuovamente in semifinale dalla Henin, infine nel Championship di Madrid rimedia tre sconfitte nel round robin.
 
=== 2008: numero 1 al mondo e prima finale Slam ===
[[File:Jelena-jankovic.jpg|thumb|Jelena Janković all'[[Australian Open]] 2008]]
L'inizio di stagione della giocatrice serba è caratterizzato da alcuni infortuni e da una piccola operazione che rallentano inevitabilmente la preparazione per lo Slam australiano. Il 2008 della Janković inizia dal torneo di Sydney, nel quale è sconfitta nei quarti dalla ceca [[Nicole Vaidišová]]. All'Australian Open dà vita a una sfida intensa al I turno contro la giovane grande promessa [[Tamira Paszek]] che si risolve 12-10 al terzo set, dopo che la serba riesce a salvare alcuni match point. Jelena incontra nuove difficoltà al III turno contro la Razzano che la trascina al III set, mentre supera con autorità la campionessa uscente [[Serena Williams]] nei quarti. In semifinale, anche a causa di problemi alla schiena, è sconfitta nettamente da una [[Marija Šarapova]] in forma strepitosa che le concede solo 4 games aggiudicandosi il match per 6-3, 6-1. Successivamente al torneo di Doha è sconfitta ai quarti in 2 set dalla cinese Li.
Utente anonimo