Apri il menu principale

Modifiche

m
tag errato, checkwiki
La [[Riserva naturale integrale della Madonna della Neve sul Monte Lera|riserva naturale della Madonna della Neve]] è stata istituita per tutelare l'[[Euphorbia gibelliana]], una specie di Euphorbia che cresce solo a Givoletto e in un paio di altre località piemontesi. Gli esemplari si trovano di solito raggruppati in colonie di aspetto cespuglioso tra i 20 ed i 50 esemplari. Il fusto, di circa mezzo metro finisce con un ombrello a cinque raggi con alla fine un solo fiore circondato da cinque foglie alla sua base.
 
Nei pressi della riserva ci sono alcune aree boschive che purtroppo negli anni si sono ridotte a causa degli incendi.</br /> La loro composizione è piuttosto varia: querce, farnie, carpini, ciliegi, tigli, noccioli, roveri, betulle, abeti, robinie ed acacie. Nel sottobosco, in dipendenza della quota, si possono anche trovare piante montane come la [[Campanula glomerata]] e il [[Narcissus|narciso selvatico]].
 
==Feste==
 
Vengono organizzate ogni anno dalla comunità parrocchiale, oltre alla festa patronale di [[San Secondo]] del 26 agosto, la festa "Cà ad Vigna" in Borgata di Forvilla, nella seconda domenica di ottobre, le feste di Maria Ausiliatrice, il 26 aprile ed il 24 maggio ed la festa della Madonna della Neve il 5 agosto.</br />
Ogni anno in occasione del 25 aprile si ricordano i partigiani uccisi nella strage fascista avvenuta il 23 febbraio 1945, presso il cippo e la lapide posti nel luogo dell'eccidio. La scuola elementare di Givoletto è intitolata a Luciano Domenico, un bambino di undici anni colpito da una raffica di mitra.
 
1 130 882

contributi