Esdra: differenze tra le versioni

496 byte aggiunti ,  6 anni fa
nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nehemias, erede e continuatore dell' opera di Ezra, compilò il secondo canone (Nebihìm), composto da altri 21 Libri Sacri: Josue, Giudici, Samuele 1° e 2° (anche chiamato in molte versioni popolari T RE 1° e 2°), i Re 1° e 2° (anche numerati come 3° e 4° nelle altre versioni), Giona, Oseas, Nahum , Amos, Gioele,
Isaia, Miqueas, Sofonie, Geremia, Habacuc, Ezechiele, Abdias, Ageo, Zaccaria e Malachia. Si tratta una ventina di volumi, alti ciascuno mezzo metro circa, spessi più di 10 cm.
 
A ciò si aggiunse un terzo canone biblico, Ketubìm, che include libri agiografici e filosofici. Secondo la tradizione rabbinica, confermando la narrazione di Flavio Giuseppe sulla 'Guerra Giudaica',
i dottori della Legge dell'ala farisaica terminarono la compilazione del Ketubìm, nel periodo della diaspora: con la distruzione del secondo Tempio di Gerusalemme, avvenne la scomparsa della fazione moderata dei sadducei e all' affermazione dell' ala oltranzista e intollerante dei farisei.
 
== Voci correlate ==
Utente anonimo