Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
Il '''[[censimento]] generale della [[popolazione]] e delle abitazioni''' è una delle principali rilevazioni statistiche affidate all'[[Istat]] in base al [[Decreto Legislativo|D.Lgs.]] 322/89 art.1. Il suo ambito prevede la raccolta di informazioni numeriche sulla popolazione [[residenza (diritto)|residente]], sulle abitazioni (numeri civici) e sugli edifici, oltre al conteggio della popolazione dovrebbe analizzare anche i suoi caratteri [[statistica|statistici]], in maniera minore è prevista l'analisi della popolazione temporaneamente presente nel [[paese (area geografica)|paese]], sulla quale si rilevano solo informazioni sommarie<ref>{{cita libro|Franco|Bonarini|Guida alle fonti statistiche socio-demografiche (Terza edizione)|2006|Cleup|Padova}}</ref>. Il censimento della popolazione si effettua in [[Italia]] ogni 10 anni, nell'anno che termina con 1, con l'eccezione degli anni [[1891]] (per difficoltà finanziarie) e [[1941]] (per motivi bellici), mentre ne fu aggiunto uno nel [[1936]], secondo un programma non mantenuto di rendere le rilevazioni a frequenza quinquennale. Dal [[1951]] il censimento della popolazione è aggregato a quello delle [[casa|abitazioni]].
 
== Scopo ==
234 731

contributi