Differenze tra le versioni di "Teudi"

5 byte aggiunti ,  6 anni fa
m
smistamento lavoro sporco e fix vari
m (→‎Voci correlate: Bot: +controllo di autorità)
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
Difese Ceuta dagli attacchi Bizantini, quando questi ultimi invasero la costa africana ([[534]]-[[535]]). Nel [[541]], però, attaccato dai re Franchi [[Clotario I]] e [[Childeberto I]], che arrivarono ad assediare, per quarantanove giorni, [[Pamplona]] e [[Zaragoza]], non poté correre in difesa di Ceuta, che, accerchiata sia da terra che dal mare, cadde in mano bizantina nel [[542]].
 
Molto probabilmente, spostò la capitale da [[Barcellona|Barcino]] a [[Toledo]].
 
Durante il suo regno furono emanate le uniche leggi, dal tempo di [[Eurico]]. Leggi promulgate ed esposte, nel novembre [[546]], nel palazzo di Toledo, che ricalcavano in parte le vecchie leggi ispano-romane.
 
Fu assassinato in uno dei palazzi reali o di Barcellona o di [[Siviglia]], o molto più probabilmente di [[Toledo]], nel [[548]], da un Goto che si faceva passare per pazzo.
 
== Discendenza familiare<ref>{{en}} [http://fmg.ac/Projects/MedLands/VANDALS,%20SUEVI,%20VISIGOTHS.htm#_Toc179360440#ES Dinastie dei Visigoti]</ref> ==
Non si hanno precise notizie su eventuali figli avuti dalla ricca moglie ispano-romana.
 
Però, secondo lo storico [[Procopio (storico)di Cesarea|Procopio]], Teudi aveva una sorella, che aveva due figli:
* [[Ildibaldo]] (?-assassinato nel [[541]]), [[re degli Ostrogoti]] e [[re d'Italia]], dal [[540]] al [[541]]
* altro figlio maschio di cui non si conosce il nome, che a sua volta ebbe un figlio:
 
== Bibliografia ==
* Rafael Altamira, La Spagna sotto i Visigoti, in «Storia del mondo medievale», vol. I, 1999, pp. 743-779&nbsp;743–779
 
== Voci correlate ==
1 182 051

contributi