Papà del Gnoco: differenze tra le versioni

"stracotto di cavallo" al posto di "stracotto d'asino" La Pastissada è lo stracotto di cavallo, mentre lo stracotto d'asino si chiama "stracotto de musso"
("stracotto di cavallo" al posto di "stracotto d'asino" La Pastissada è lo stracotto di cavallo, mentre lo stracotto d'asino si chiama "stracotto de musso")
Il '''Papà del Gnoco''' è la principale [[maschera]] del [[carnevale di Verona]].
 
Viene rappresentato come un uomo anziano, rubicondo e con una lunga barba bianca, vestito di broccato nocciola e mantello, con una tuba rossa a cui sono attaccati dei sonagli. Poiché è considerato il re del [[Bacanal del Gnoco]], ha come scettro una grande forchetta dorata, in cui è infilzato uno [[gnocco]] di patata. Si muove a cavallo di una mula (gli gnocchi vengono tradizionalmente mangiati conditi con la [[Pastissada]], o stracotto d'asinodi cavallo). Durante la sfilata, assieme ai suoi servitori (i ''gobeti'' o "macaroni") dispensa caramelle per i bambini e porzioni di [[gnocchi]] per gli adulti.
 
Nato nell'antico quartiere di [[San Zeno (quartiere)|San Zeno]], viene tradizionalmente eletto fra i suoi abitanti. Durante la domenica di elezione chiunque può partecipare alla votazione, ottenendo come ricompensa un piatto di gnocchi al pomodoro.
Utente anonimo