Differenze tra le versioni di "Africa Settentrionale Italiana"

bene indicarlo in incipit
(bene indicarlo in incipit)
{{F|storia|gennaio 2015}}
[[File:Territorial growth of Italian Libya.svg|upright=1.4|thumb|Crescita del territorio dell'Africa settentrionale italiana]]
L''''Africa settentrionaleSettentrionale italianaItaliana''' ('''ASI''') era l'insieme delle [[colonialismo italiano|colonie]] e dei territori controllati dal [[Regno d'Italia]] in [[Nord Africa]] dal [[1911]] alla fine della [[seconda guerra mondiale]]. A differenza dell'[[Africa Orientale Italiana]], non era un'entità amministrativa, ma indicava semplicemente le amministrazioni italiane succedutesi in Nord Africa.
 
== Storia ==
L'''Africa settentrionale italiana'', a differenza dell'[[Africa Orientale Italiana]], non era un'entità amministrativa, ma indicava complessivamente le amministrazioni italiane succedutesi in Nord Africa. Nella prima fase, successiva alla [[guerra italo-turca]] del [[1911]], i territori conquistati all'[[Impero ottomano]] furono organizzati nelle due colonie della [[Tripolitania italiana]] e della [[Cirenaica italiana]]. Queste nel [[1934]] furono riunite in un unico governo, quello della [[Libia italiana]]. Nel [[1939]] infine, Mussolini unificò la Libia al territorio metropolitano italiano, costituendo così la cosiddetta "Quarta Sponda" italiana (oltre le tre della [[penisola italiana|penisola]]). Questa avrebbe segnato il confine meridionale della Grande Italia, il cui compimento prevedeva la conquista della "Quinta Sponda" sull'Adriatico, con la [[Provincia di Lubiana]], il [[Governatorato di Dalmazia]], il [[Occupazione italiana del Montenegro|Montenegro occupato]] e l'[[Regno albanese|Albania italiana]].<ref>Moore, pag. 129-133.</ref>
 
Dal [[1940]] al [[1943]] l'Italia cercò di espandere l'''ASI'' conquistando l'[[Egitto]] e la [[Tunisia]]. Infatti i [[campagna del Nordafrica|progressi militari dell'Asse]] sotto la guida di [[Erwin Rommel]] permisero agli italiani di rivendicare porzioni significative dell'Egitto occidentale.