Differenze tra le versioni di "Francesco Paolo Michetti"

m (cambio categoria: "Ottocento" --> XIX secolo AWB)
 
Nacque nella cittadina [[abruzzo|abruzzese]] di [[Tocco da Casauria]] da Crispino, maestro di musica, e da Aurelia Terzini. Si diplomò presso l’''Accademia di belle arti'' di [[Napoli]], dove fu allievo, con [[Edoardo Dalbono]], del maestro [[Domenico Morelli]], di cui inizialmente imitò il naturalismo e il realismo visionario: giovane promettente, la sua opera fu subito notata anche da [[Filippo Palizzi]], suo conterraneo, che in quegli anni viveva a [[Napoli]].
[[Immagine:1916-1922 Michetti 20 cent.jpg|thumb|100px|right|Michetti eseguì anche dei disegni per emissioni filateliche]]
 
L’Abruzzo rurale, con la sua natura ancora incontaminata, fu sempre la sua fonte di ispirazione principale. Già nel [[1872]] e poi nel [[1875]] espose le sue opere al ''Salon'' di [[Parigi]], ma raggiunse la definitiva fama internazionale nel [[1887]], quando espose a [[Napoli]] la grande tela del ''Corpus Domini'' (che venne acquistata dall’imperatore [[Guglielmo II di Germania]]), la cui maniera pittorica era stata fortemente segnata dalla conoscenza dell’opera dell’artista spagnolo [[Mariano Fortuny y Carbó]].
 
Utente anonimo