Differenze tra le versioni di "Serapide"

20 byte rimossi ,  5 anni fa
m
smistamento lavoro sporco e fix vari
(→‎Altri progetti: Bot: +controllo di autorità)
m (smistamento lavoro sporco e fix vari)
[[ImmagineFile:Serapis Pio-Clementino Inv689 n2.jpg|thumb|Busto di Serapide ([[Musei Vaticani]])]]
'''Serapide''' o '''Sarapide''' (in [[lingua greca|greco]] Σέραπις o Σάραπις) è un [[dio]] [[Grecia antica|greco]]-[[Antico Egitto|egizio]], il cui culto fu introdotto ad [[Alessandria d'Egitto]] da [[Tolomeo I]], che vi fece costruire il [[Serapeo]].
==Storia del culto==
Altri studiosi propendono per un'origine autoctona del dio e lo identificano con la divinità degli [[inferi]] Osiride-Api, venerato a Menfi. Qui il tempio di Serapide sorgeva su una collina chiamata ''Sen-Hapi'', che nella trascrizione greca fu resa con ''Synopion'', causando l'omonimia con Sinope. Grazie alla politica religiosa dei [[Dinastia tolemaica|Tolomei]], l'importanza di Serapide crebbe fino a farne la maggiore divinità egizia, sostituendosi ad Osiride ed associandosi quindi ad [[Iside]], [[Horus|Horo]] (nella forma di ''Harpocrate'') e [[Anubi]].
 
Tramite un fenomeno tipico del [[sincretismo]] di [[Ellenismo|età ellenistica]] Serapide fu identificato con molti dèi greci, quali [[Zeus]], in quanto ''Signore dell'Universo'', [[Ade (divinità)|Ade]], come dio dell'oltretomba, [[Dioniso]], in quanto dio della fecondità, [[Asclepio]], come dio guaritore, ed [[Helios]], nell'aspetto solare. Il culto di Serapide si confuse anche col [[cristianesimo]] secondo le parole di [[Publio Elio Traiano Adriano|Adriano]]:
{{Citazione|Gli adoratori di Serapide sono cristiani e quelli che sono devoti al dio Serapide chiamano se stessi Vicari di Cristo|Storia Augusta, ''Vita di Saturnino'', 8, 2}}
 
1 174 369

contributi