Apri il menu principale

Modifiche

m
Annullate le modifiche di 94.167.29.43 (discussione), riportata alla versione precedente di 2.40.125.141
''Lingua volgare'', ossia lingua popolare nel senso etimologico del termine (da ''vulgus'', "popolo" in latino), è un'espressione con la quale si indicano le lingue parlate dal popolo nel [[Medioevo]] ed in [[Europa occidentale]] e derivate dal latino, ma notevolmente distanti dal [[Lingua latina#Latino classico|latino classico]], il quale, con la diminuzione delle comunicazioni causata dalla [[caduta dell'Impero romano d'Occidente]], si era evoluto in modo diverso di regione in regione, influenzato da substrati diversi dovuti ai diversi idiomi originari dei popoli conquistati, nonché da superstrati dati dai dialetti delle popolazioni barbariche (germaniche, slave, etc) confinanti.
La parola "volgare" non va dunque intesa come dispregiativa, ma semplicemente come riferimento alla lingua vernacolare, quella cioè impiegata - nella sua forma prevalentemente orale - nella vita quotidiana, in distinzione rispetto a quella della tradizione letteraria latina.f
 
C'è da premettere che, già in epoca romana come in epoca medievale, è sempre esistita una lieve distanza tra lingua scritta e lingua orale, il che ha dato origine, in concomitanza anche con la differenza culturale tra i vari ceti sociali, alla formazione dei dialetti "volgari" (in latino "''sermones vulgares''"), come detto sopra.
149 888

contributi