Apri il menu principale

Modifiche

Nessun cambiamento nella dimensione ,  3 anni fa
m
Il film venne [[critica]]to da alcuni per una certa incompiutezza nella [[forma]] e per l'estrema concisione, ma ebbe anche critiche molto positive e, come scrive Paolo Valmarana<ref>Paolo Valmarana, ''Sinfonia d'autunno'', "[[Il Popolo]]", 17 ottobre 1978.</ref>, il film "è bergmaniano per eccellenza, forse il più bergmaniano di tutti, nel suo ridurre al minimo ogni mediazione tradizionalmente cinematografica per lasciare al dramma il massimo di spazio e di evidenza e il minimo di inquinamento".
 
Piera Detassis ha definito il film "unUn bisturi che affonda le sue lame in uno dei sentimenti più nobili dell'essere umano: l'amore filiale".
 
==Riconoscimenti==