Apri il menu principale

Modifiche

 
== Architettura e decorazioni ==
Il teatro si appoggia da un lato sulle mura castellane di nord-ovest e si affaccia sulla Piazza della Rovere con una piccola facciata, stretta tra edifici privati, caratterizzata da un'apertura ottagonale sopra il portone d'ingresso. La struttura conserva ancora le mura perimetrali e la [[cripta]] sotterranea dell'antica chiesa. Nella [[navata]] di quest'ultima, alla quale si accede tramite un atrio, fu ricavata la [[platea]], nell'[[abside]] invece fu ricavato il [[palcoscenico]], al di sotto del quale trovano posto i cameririni ed i meccanismi di manovra. La sala presenta ancora l'originaria pianta a U, così come sono originari i primi due ordini di palchi. Sono invece di fine ottocento il terzo ordine (del tutto nuovo) e la volta, interamente rifatta con tutte le decorazioni pittoriche. Quest'ultime si fanno apprezzare per l’elegante motivo a velario del soffitto, quasi una trama a merletto su toni di azzurro intenso con una corona di festoni e putti posti attorno ad un medaglione centrale. Al centro del soffitto è rappresentata l’immagine di [[apollo (divinità)|Apollo]] intento a suonare la cetra. Decorazioni a festoni e arabeschi ricoprono anche i parapetti a fascia dei tre ordini di palchi e il boccascena è delimitato da paraste in stile ionico. La sala può contenere 99 posti suddivisi tra la platea e i 38 palchi (compresi i 6 palchi sopra il [[proscenio]]). Il piano in legno della platea, tutt'ora conservato, aveva inoltre la possibilità di sollevarsi fino al livello del palcoscenico per lo svolgimento delle feste danzanti.
 
== Teatro Apollo ==
Utente anonimo