Apri il menu principale

Modifiche

m
smistamento lavoro sporco e fix vari
|nome trofeo = jackpot
}}
La '''IAAF Golden League''' (o semplicemente '''Golden League''' <ref>In due casi ha assunto il nome dello sponsor: '''TDK Golden League''' e '''ÅF Golden League'''</ref> fu una serie di meeting internazionali di [[atletica leggera]] organizzata annualmente dalla [[IAAF]] a partire dal [[1998]] e facente parte dell'[[IAAF Grand Prix]] (dal 1998 al 2006) e dell'[[IAAF World Athletics Tour]] (dal 2006 al 2009).
 
==Formula==
 
==Le edizioni==
[[File:20090818_Olympisch_Stadion_Berlijn20090818 Olympisch Stadion Berlijn.JPG|upright=1.3|thumb|L'[[Stadio Olimpico di Berlino|Olympiastadion]] di [[Berlino]] dove si svolge il meeting [[Internationales Stadionfest]], evento conclusivo nelle prime dieci edizioni della Golden League.]]
 
Nel corso delle sue 12 edizioni la Golden League è stata formata da un diverso numero di meeting (da 6 a 7) e più meeting ne hanno fatto parte, anche con collocazioni temporali differenti nelle diverse edizioni. I [[Bislett Games]], che usualmente si svolgono a [[Oslo]], nel [[2004]] hanno avuto sede a [[Bergen]] per via della demolizione e successiva ricostruzione del [[Bislett stadion]].<ref>{{cita web|url=http://www.iaaf.org/history/GLE/season=2005/news/newsid=29096.html|titolo=Watch the new Bislett arise|editore=iaaf.org|data=11-04-2005|lingua=en|accesso=03-09-2009}}</ref>
 
==Jackpot==
[[File:Pamela_Jelimo_Bislett_Games_2008Pamela Jelimo Bislett Games 2008.jpg|upright=0.8|thumb|[[Pamela Jelimo]] impegnata negli [[800 metri piani|800 m]] dei [[Bislett Games 2008|Bislett Games]] durante la per lei vittoriosa [[ÅF Golden League 2008]].]]
Ogni anno gli atleti che sono riusciti nell'impresa di aggiudicarsi tutte le gare della stessa specialità sono stati premiati con un cospicuo premio in denaro o in [[Lingotto|lingotti]] d'[[oro]], il cosiddetto ''jackpot''; in caso di ''[[ex aequo (sport)|ex aequo]]'' il premio risultava condiviso fra gli atleti aventi diritto.<br />
Nelle prime due edizioni il jackpot di 1.000.000 di [[Dollaro statunitense|dollari]] è stato appannaggio degli atleti risultati vincitori in tutte i meeting della Golden League, sei nel 1998 e sette nel 1999<ref name="programma1999" />. Per l'edizione [[IAAF Golden League 2000|2000]], anno dell'[[Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade|Olimpiade di Sidney]], il premio venne trasformato in 50 kg in lingotti d'oro, per conquistare i quali non fu più necessario vincere tutti e sette i meeting in programma: il traguardo venne portato prima a sei, per agevolare gli atleti [[Stati Uniti d'America|statunitensi]] impediti nella partecipazione alla prova d'apertura perché impegnati in un meeting a [[Eugene]]<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2000/marzo/21/Golden_League_cambia_formula_ga_0_00032112817.shtml|titolo=Golden League, cambia la formula|editore=La Gazzetta dello Sport, gazzetta.it|data=21-03-2000|accesso=03-03-2009}}</ref>, poi a cinque, dati i gravosi impegni cui gli atleti si sarebbero dovuti sottoporre nell'anno [[Giochi olimpici|olimpico]]<ref>{{cita web|url=http://archiviostorico.gazzetta.it/2000/aprile/03/Golden_League_saldo_Bastano_vittorie_ga_0_00040311706.shtml|titolo=La Golden League è in saldo. Bastano 5 vittorie su 7 gare|autore=Gianni Merlo|editore=La Gazzetta dello Sport, gazzetta.it|data=03-04-2000|accesso=03-09-2009}}</ref>. La struttura del jackpot rimase inalterata anche l'anno successivo, con un circuito composto sempre da sette appuntamenti.<ref name="programma2001" /><br />
[[File:110 m hurdles.jpg|left|upright=1.5|thumb|Il momento del valicamento del quinto ostacolo nei [[110 metri ostacoli]] al [[Meeting Areva 2006|Meeting Areva]] di [[Saint-Denis (Senna-Saint-Denis)|Parigi - Saint-Denis]], seconda tappa della [[IAAF Golden League 2006|Golden League 2006]].]]
Nel [[IAAF Golden League 2002|2002]], senza Olimpiadi e Mondiali, si ritornò all'antico: jackpot solo per i vincitori di tutte le tappe in programma.<ref name="programma2002" /> Per l'edizione [[IAAF Golden League 2003|2003]] il jackpot tornò ad essere di 1.000.000 di dollari, mentre il numero di meeting scese definitivamente a sei, dopo l'abbandono dell'[[Herculis]] di [[Montecarlo]], diventato scenario delle [[Finali mondiali di atletica leggera]].<ref name="programma2003" />; la formula rimase immutata anche nelle due edizioni successive, mentre il nome della manifestazione diventò '''TDK Golden League''' in seguito ad un accordo di sponsorizzazione con l'azienda [[Giappone|giapponesegiappone]]se [[TDK]].<ref name="sponsor2004">{{cita web|url=http://www.iaaf.org/history/GLE/season=2004/news/newsid=24954.html|titolo=The TDK Golden League – Past and Present|editore=iaaf.org|data=29-03-2004|lingua=en|accesso=04-09-2009}}</ref> Nell'edizione [[IAAF Golden League 2006|2006]] la struttura del jackpot fu scissa in due: metà del premio fu destinato agli atleti vincitori in tutte e sei le tappe, mentre l'altra metà fu divisa fra gli atleti vincitori di almeno cinque prove;<ref name="jackpot2006">Struttura del jackpot 2006 {{cita web|url=http://www.iaaf.org/history/GLE/season=2006/news/newsid=33952.html|titolo=New Jackpot, New Opportunities – IAAF Golden League|editore=iaaf.org|data=14-03-2006|lingua=en|accesso=03-09-2009}}</ref> grazie a questo meccanismo ebbero accesso al premio finale anche [[Kenenisa Bekele]], [[Tirunesh Dibaba]] e [[Irving Saladino]]. Per l'edizione [[IAAF Golden League 2007|2007]] e le successive il jackpot subì l'ultimo cambiamento: 1.000.000 di dollari da dividere fra gli atleti vincitori di tutti e sei i meeting; in mancanza di premiati, un jackpot dimezzato era destinato agli atleti che avessero vinto almeno cinque prove.<ref name="programma2007" /><ref name="programma2008" /><ref name="programma2009" /><br />
Nel 2008 la [[IAAF]] concluse un accordo biennale di sponsorizzazione con l'azienda [[Svezia|svedese]] [[ÅF]], di conseguenza il nome della manifestazione fu mutato da '''IAAF Golden League''' in '''ÅF Golden League'''.<ref name="sponsor2008">Sponsor per il 2008 e il 2009 {{cita web|url=http://www.iaaf.org/GLE08/news/newsid=43199.html|titolo=ÅF signs as New Title Sponsor for Golden League|editore=iaaf.org|data=05-02-2008|lingua={{lingue|en|fr}}|accesso=03-09-2009}}</ref>
 
|{{Bandiera|MAR}} [[Hicham El Guerrouj]] <small>(2)
|[[1500 metri piani|1500 m]] / [[Miglio (atletica leggera)|Miglio]]
|rowspan=4|12,5 [[Chilogrammo|kg]] di<br /> [[Lingotto_(metallo)Lingotto|lingotti]] d'[[oro]]
|-
|{{Bandiera|USA}} [[Maurice Greene (atleta)|Maurice Greene]]
|{{Bandiera|CHE}} [[André Bucher]]
|[[800 metri piani|800 m]]
|rowspan=6|8,33 [[Chilogrammo|kg]] di<br /> [[Lingotto_(metallo)Lingotto|lingotti]] d'[[oro]]
|-
|{{Bandiera|MAR}} [[Hicham El Guerrouj]] <small>(3)
|{{Bandiera|MAR}} [[Hicham El Guerrouj]] <small>(4)
|[[1500 metri piani|1500 m]]
|rowspan=4|12,5 [[Chilogrammo|kg]] di<br /> [[Lingotto_(metallo)Lingotto|lingotti]] d'[[oro]]
|-
|{{Bandiera|MEX}} [[Ana Guevara]]
1 084 833

contributi