Differenze tra le versioni di "Giacomo Colli"

m
premio S-V
(pulizie e link)
m (premio S-V)
}}
 
Diplomato in regia all'[[Accademia d'Arte Drammatica]] di Roma, è stato assistente di [[Orazio Costa]] e di [[Giulio Pacuvio]]. Nel 1956 ha avuto la sua prima collaborazione con il [[Teatro Stabile di Torino]]. Per esso il giovane Colli nel 1959 ha diretto ''La giustizia'' di [[Giuseppe Dessì]] con gran successo di critica e di pubblico e guadagnandosi il [[Premio St. Saint-Vincent]] 1958-59 per la regia.
 
Ha poi collaborato con gli Stabili dell'Aquila, di Trieste, Napoli, Palermo e Catania, inscenando opere di Goldoni e di altri autori italiani e stranieri. Innamorato della Sardegna fin dalla messa in scena torinese di ''La Giustizia'' di Giuseppe Dessì, è stato socio fondatore e direttore artistico della ''[[Cooperativa Teatro di Sardegna]]'', una delle poche realtà cooperative in Italia. Con la compagnia di teatro sarda Giacomo Colli ha allestito, tra l'altro, nel 1972, ''Quelli dalle labbra bianche'' di [[Francesco Masala]], nel 1993 ''La visita'' di [[Giulio Angioni]] e una rivisitazione delle farse spagnole del [[Siglo de oro]] <ref>[http://archivio.agi.it/articolo/700a7a5941095476c79d7f7622a25335_19940422_e-morto-giacomo-colli-direttore-artistico-teatro-di-sardegna/]Agenzia Italia 1994</ref>.
1 124

contributi